Ecco il nuovo Consiglio regionale (Guarda il VISTO A UMBRIA RADIO)

I risultati definitivi dopo la tornata elettorale che ha consegnato l'Umbria al centrodestra

0
227
La neoeletta presidente della Regione Umbria Donatella Tesei festeggia l'esito delle elezioni con il leader della Lega Matteo Salvini a Perugia, 28 ottobre 2019. ANSA/LEGA EDITORIAL USE ONLY NO SALES

PERUGIA – Definitivi i dati del voto per le elezioni regionali in Umbria. Donatella Tesei è la nuova presidente della Regione con il 57.55%. Tesei ha conquistato 255 mila voti, 10 mila in più rispetto al totale delle liste. Vincenzo Bianconi si ferma al 37,5%, totalizzando 166 mila voti, 13 mila in più rispetto alle liste.

Le liste La Lega conquista il 36,95% (+14% rispetto alle elezioni del 2015); Fratelli d’Italia conquista il 10,4% dei voti e doppia Forza Italia ferma al 5,5%; Tesei presidente il 3,93% e Umbria civica il 2,06%. Alla Lega vanno 8 seggi, a FdI 2, a FI 1 e a Tesei presidente 1. Per le liste del Patto Civico a sostegno di Vincenzo Bianconi presidente: il Partito Democratico conquista il 22,33% dei voti e 5 seggi, il Movimento 5 Stelle dimezza i propri voti rispetto al 20150 e ottiene il 7,4% che vale un saggio; Bianconi per l’Umbria 4% e un seggio, Sinistra civica verde 1,6% ed Europa verde Umbria 1,43%. Queste ultime due liste non ottengono nessuno seggio. Claudio Ricci, con le sue tre liste, si ferma al 2,64%, mentre tutti gli altri (Rubicondi, Camuzzi, Carletti, Pappalardo) totalizzano poco più del 2%.

Il nuovo consiglio regionale Per la lista della Lega, quella con il maggior numero di voti, i consiglieri Mancini, Pastorelli, Peppucci e Alessandrini, e probabilmente Nicchi, Rondini e Carissimi. Per Fratelli d’Italia in consiglio regionale ci saranno Squarta e Pace, per Forza Italia, un unico seggio, si afferma Morroni su Pernazza. Dentro anche Agabiti di Tesei presidente. All’opposizione c’è incertezza su un seggio che potrebbe essere il quinto del Partito Democratico o il secondo del Movimento 5 Stelle. Tra i democratici in testa Tommaso Bori, seguito da Meloni, Paparelli, Bettarelli e Porzi. Giacomo Leonelli per ora è sesto. Nel M5s (un seggio), De Luca e Trenta sono i due candidati con più voti.

Tutti gli eletti Per la Lega entrano in consiglio regionale Valerio Mancini, Stefano Pastorelli, Valeria Alessandrini, Francesca Peppucci, Paola Fioroni, Daniele Nicchi, Daniele Carissimi e Eugenio Rondini. Per Fratelli d’Italia siederanno a Palazzo Cesaroni Marco Squarta ed Eleonora Pace, Forza Italia rielegge Roberto Morroni. Dalla lista Tesei entra Paola Agabiti. L’opposizione sarà a trazione Pd con Tommaso Bori, Simona Meloni, Fabio Paparelli, Donatella Porzi e Michele Bettarelli. Non ce la fanno, invece, l’ex segretario Pd Giacomo Leonelli, la ex senatrice Valeria Cardinali e neppure l’ex presidente della Provincia di Perugia, Marco Vinicio Guasticchi. Per la lista Bianconi per l’Umbria entrano in consiglio il candidato del ‘Patto civico’ Vincenzo Bianconi e  Andrea Fora. Il Movimento 5 stelle, boccia l’uscente Maria Grazia Carbonari sostituita dal ternano Thomas De Luca. 

VISTO A UMBRIA RADIO

 

Cambiamenti  Sono otto i seggi in consiglio regionale conquistati dalla Lega. Alle ultime regionali, nel 2015, il partito di Matteo Salvini ne aveva ottenuti due. Fratelli d’Italia ha conquistato due seggi (ne aveva uno), mentre Forza Italia conferma un seggio tra i banchi dell’assemblea legislativa. Il Pd prende cinque seggi rispetto agli 11 precedenti. Il Movimento 5 stelle piazza invece un solo consigliere, rispetto ai due recedenti. Complessivamente – secondo i dati del ministeri dell’Interno – sono 12 i seggi ottenuti dalla coalizione di centro destra che sosteneva Donatella Tesei, e sette quelli conquistati dalle liste (fra le quali Pd e M5s) che sostenevano Vincenzo Bianconi.