Crotone – Perugia 2-3. Il Grifo urla allo “Scida”. Vittoria del cuore e del sacrificio

0
274

PERUGIA – Dopo il rocambolesco viaggio verso Crotone, i Grifoni, atterrati solo in mattinata nella città pitagorica, vogliono dare battaglia ai rossoblu lanciatissimi, nonostante la battuta d’arresto di Verona, anche se devono fronteggiare qualche assenza di troppo in difesa. Oddo recupera in extremis Gyomber, seppur non al meglio, e vara un inedito modulo 3-5-2. In difesa, davanti a Vicario, completano il reparto Rosi e Falasco, mentre sulle fasce Di Chiara viene confermato a sinistra, mentre Mazzocchi sostituisce Falzerano a destra. A centrocampo inedito terzetto composto da Balic, Carraro e Nicolussi Caviglia, esordiente dal primo minuto, mentre in attacco, Buonaiuto è schierato al fianco di Iemmello per l’improvvisa indisponibilità di Falcinelli, colpito da attacco influenzale. Dall’altra parte Stroppa perde Zanellato per squalifica ma recupera Marrone al centro della difesa nel classico 3-5-2. In attacco confermatissimi Simy e Messias.

Partenza fulminante per il Perugia con Buonaiuto che sfiora il gol al primo minuto che di testa impegna severamente Cordaz. il Crotone prova a gestire il gioco ma sono i Grifoni a passare al 12′. Lancio lungo per Nicolussi Caviglia, che appoggia al centro per Iemmello, che controlla a seguire, eludendo l’intervento di Gigliotti, e batte di destro Cordaz in uscita.
I Grifoni, passati in vantaggio, si difendono con ordine cercando di provare qualche ripartenza. Al’ 32 prima azione gol del Crotone con Simy che di testa indirizza in porta un cross di Benali trovando però sulla sua strada l’intervento prodigioso di Vicario che smanaccia il pallone negando il pareggio ai calabresi. Nel finale di tempo si fa male Buonaiuto, guaio muscolare all’adduttore per lui, con Oddo che è costretto alla prima sostituzione con Melchiorri che fa il suo ingresso in campo, mentre i rossoblu continuano il loro forcing senza però creare ulteriori pericoli dalle parti di Vicario.

Si riparte dopo la pausa con il Crotone subito voglioso si raggiungere il pari. Benali al 5′ ha una buona occasione di testa ma Vicario sbarra ancora la porta. Un minuti dopo è Simy a girare al volo al centro area un pallone alto di poco sopra la traversa. Nel momento migliore del Crotone il Grifo raddoppia con Melchiorri che lanciato in contropiede temporeggia prima di beffare Cordaz in uscita con un pallonetto millimetrico. Passano 2 minuti e Mustacchio accorcia le distanze con una doppia conclusione da pochi passi con Vicario che si oppone alla prima ma non può nulla sulla seconda.
Si riapre la gara e Oddo toglie Iemmello per rinforzare il centrocampo con Falzerano. Proprio Falzerano al 25′ chiude un triangolo con Nicolussi Caviglia e crossa dalla destra per Di Chiara che controlla in area e brucia Cordaz con un sinistro fulminante.
I rossoblù accusano il colpo ma non demordono e continuano ad attaccare. Oddo toglie Nicolussi Caviglia per inserire Dragomir e proprio il rumeno nel finale ha la palla del 4 a 1 in contropiede, ma Cordaz col piede destro ribatte. Al 90′ sembra fatta per i Grifoni, stanchissimi ma che si difendono con le unghie e con i denti, ma Mustacchio vuole rovinare la festa biancorossa e nel quarto dei 6 minuti di recupero trova il varco per il gol del 2 a 3. Rimangono 120 secondi di sofferenza e nell’ultimo di questi Vicario compie un altro prodigioso intervento su colpo di testa di Golemic prima del triplice fischio di Pezzuto che da il via alla festa liberatoria del clan biancorosso sotto al curva.
Vittoria del cuore e della compattezza per il Perugia che ha saputo soffrire e colpire al momento giusto, contenendo un avversario di caratura superiore e alzando la testa fieramente dopo una battaglia a tratti drammatica.

IL TABELLINO

Perugia (3-5-2): Vicario; Rosi, Gyomber, Falasco; Mazzocchi, Balic, Carraro, Nicolussi Caviglia (71’ Dragomir) Di Chiara; Buonaiuto (37’ Melchiorri) Iemmello (60’ Falzerano)

Crotone (3-5-2): Cordaz; Golemic, Marrone, Gigliotti; Mustacchio, Benali, Barberis, Crociata, Molina (66’ Mazzotta) Simy, Messias (66’ Vido)

Reti: 12’ Iemmello; 52’ Melchiorri; 57’ Mustacchio; 64’ Di Chiara