Cremonese – Perugia 2-1. Grifo fragile e sfortunato soccombe ancora allo “Zini”

0
376

CREMONA – A quasi 365 giorni di distanza il Perugia torna allo “Zini” per vendicare la pesante sconfitta della passata stagione e per riprendere il cammino dopo il mezzo passo falso casalingo contro il Cosenza. I grigiorossi di Baroni, nelle stesse condizioni ambientali precedenti alla sfida dello scorso anno, sono in ritardo in classifica e, come sottolineato dallo stesso tecnico ex Benevento, non possono sbagliare ulteriormente.
Oddo, per questa complicata domenica, si affida al solito 4-3-2-1, recuperando Gyomber in difesa, ma deve rinunciare allo squalificato Dragomir, all’infortunato Fernandes oltre che ai soliti Angella e Kouan.
Davanti a Vicario linea difensiva composta da Rosi, Gyomber, Sgarbi e Di Chiara che torna tra i titolari sostituendo Nzita. A centrocampo Balic prende il posto di Dragomir, con Carraro e Nicolussi Caviglia confermati. Sulla trequarti Falzerano a sorpresa affianca Capone alle spalle di Iemmello.
Baroni deve rinunciare a Mogos in difesa e affida l’attacco a Ceravolo e Palombi, supportati da Piccolo, spedendo in panchina Ciofani.

Si parte con le 2 squadre che si controllano a centrocampo senza affondare. Solo un timido tentativo di Falzerano dai 20 metri per il Grifo che finisce largo e un cross di Migliore che non trova Ceravolo pronto all’appuntamento, nel primo quarto d’ora. Poi al 17′ Claiton, in posizione dubbia, controlla in area un cross dalla destra e batte Vicario sul palo lontano. La Cremonese è in vantaggio tra le proteste dei biancorossi. Il Grifo non ci sta è si riversa in attacco ed al 22′ ha una doppia clamorosa occasione con Falzerano prima, ribattuta la sua conclusione al volo su cross dalla sinistra, e Balic poi che viene fermato sulla linea da Claiton sulla ribattuta.
La gara si apre e la Cremonese si fa pericolosa con Migliore che al volo di destro colpisce l’incrocio. Poi su un calcio d’angolo dalla sinistra è Gyomber a salvare sulla linea dopo una conclusione in mischia.
Il Perugia prova a prendere il pallino del gioco senza però sfondare, anche se la difesa di casa non sembra impeccabile. Nel finale Nicolussi Caviglia controlla al limite, si porta il pallone sul sinistro, ma la conclusione potente è di poco alta. L’incerto Baroni senza neanche recupero manda le due squadre negli spogliatoi con i padroni di casa in vantaggio.

Si riparte con il Perugia che prova a spingere. Falzerano al 3′ crossa dalla destra, sulla calambola controlla Nicolussi Caviglia che tenta il destro ma viene murato, poi sulla ribattuta Balic calcia alto. Dall’altra parte è Ceravolo a tentare la conclusione di testa in torsione colpendo il palo esterno.
I Grifoni prendono in mano il gioco con i padroni di casa che si abbassano nella propria metà campo, ma non riescono ad essere pericolosi. Al 20′ però Iemmello viene servito al limite, si accentra e scaraventa in sinistro in porta il gol del pareggio. Lo stesso Iemmello al 27′ ha la chance dell’ 1 a 2 dopo una buona azione di Balic a sinistra, ma il suo destro colpisce il palo. Gol sbagliato e gol subito, con Piccolo che nell’altra area al 33′ Piccolo trova su cross dalla sinistra un colpo di testa vincente sotto l’incrocio.
Doccia fredda per il Perugia che si riversa in attacco e colleziona un paio di occasioni con Buonaiuto che non vanno a buon fine. Poi al 38′ è Carraro a colpire la traversa di testa su calcio d’angolo. Non è fortunato il Grifo che le tenta tutte fino all’ultimo, sbilanciandosi ulteriormente anche con Falcinelli in campo, ma che deve soccombere al fischio finale.

Il tabellino

Perugia (4-3-2-1): Vicario; Rosi, Gyomber, Sgarbi, Di Chiara (72’ Nzita); Balic (81’ Falcinelli)Carraro, Nicolussi Caviglia; Capone, Falzerano (61’ Buonaiuto) Iemmello

Cremonese (3-4-2-1): Agazzi; Bianchetti, Claiton, Caracciolo; Zortea, Gustafson, Valzania, Migliore; Piccolo (81’ Arini)Ceravolo (75’ Ciofani)Palombi (91’ Deli)

Reti: 12’ Claiton; 72’ Iemmello; 75’ Piccolo

Ammoniti: 21’ Di Chiara ; 21’ Caracciolo; 61’ Claiton; 63’ Ceravolo ; 90’ Migliore