Coronavirus, in Umbria 1078 positivi: in calo i contagi

I guariti sono 15, 175 clinicamente guariti. I deceduti sono 37, l'ultimo un uomo di 83 anni della provincia di Viterbo

0
337
coronavirus Umbria regione covid-19

PERUGIA – Aggiornamento quotidiano del bilancio dell’emergenza coronavirus in Umbria con i dati forniti dalla Regione sull’andamento dei casi da covid-19. Alle ore 8 di martedì 31 marzo, in Umbria risultano positive al virus 1078 persone, +27 persone rispetto al giorno prima: cala il numero dei contagi nella regione. Il 26 marzo i casi erano aumentati di 92 unità, il 27 marzo di 82. Lunedì l’aumento dei casi registrato è stato di +28. 

Le vittime Le vittime del coronavirus sono 37, 22 residenti nella provincia di Perugia e 12 in quella di Terni, 1 di fuori regione. Tra le ultime vittime, un uomo di 83 anni della provincia di Viterbo deceduto la notte scorsa nell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. Era ricoverato nella struttura Covid 19, dal 18 marzo. Ne dà notizia la direzione generale della Azienda ospedaliera. Il commissario dell’azienda ospedaliera perugina, Antonio Onnis, ha voluto esprimere ai familiari le condoglianze anche a nome del personale sanitario. Due dei 37 decessi sono avvenuti all’ospedale di Terni il 30 marzo. Il primo è quello di uomo di 81 anni residente a Giano dell’Umbria. L’uomo, affetto da patologie pregresse, dal 21 marzo era ricoverato al MAR (malattie apparato respiratorio / pneumologia) nell’area Covid. Il secondo decesso riguarda l’uomo (fuori regione) che nella notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo, con trasporto in biocontenimento tramite elicottero, era stato trasferito a Terni dall’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Il paziente, giunto in condizioni critiche con una grave insufficienza respiratoria, è deceduto nel reparto di Rianimazione di Terni poco prima della mezzanotte. Tra le ultime vittime anche un uomo di 89 anni di Umbertide deceduto in tarda serata all’ospedale della Media Valle del Tevere di Pantalla. Il paziente era ricoverato dal 17 marzo.

I ricoveri Tra i 1078 pazienti positivi in Umbria, 35 sono di fuori regione, 813 sono residenti nella provincia di Perugia e 230 in quella di Terni. Sono ricoverati in 219, 43 in terapia intensiva, 19 nell’ospedale di Perugia, 13 in quello di Terni, 6 a Città di Castello, 5 in quello di Orvieto. Le persone in osservazione sono 2679: di questi, 1941 sono nella provincia di Perugia e 738 in quella di Terni. Sempre alla stessa data risultano 4232 soggetti usciti dall’isolamento, di cui 3383 nella provincia di Perugia e 849 in quella di Terni. Nel complesso entro le ore 8 del 31 marzo, sono stati eseguiti 8679 tamponi.

Guariti I guariti sono 15, di cui 9 residenti nella provincia di Perugia, 6 in quella di Terni. Risultano invece 175 clinicamente guariti, di cui 119 residenti nella provincia di Perugia e 56 in quella di Terni. I pazienti clinicamente guariti sono quelli che, dopo aver presentato manifestazioni cliniche come febbre, rinite, tosse, mal di gola e, nei casi più gravi, polmonite con insufficienza respiratoria, diventa asintomatico, clinicamente guarito, pur risultando ancora positivo al test. In questo caso, pur non essendo più necessario il ricovero, il paziente non può ritornare alla vita di comunità perché ancora con una carica virale elevata. Il paziente ufficialmente guarito invece, è colui che risulta negativo in due test consecutivi, effettuati a distanza di 24 ore uno dall’altro

Il grafico con l’andamento dei casi positivi al coronavirus in Umbria dall’inizio dell’emergenza