Coronavirus in Umbria, le persone positive sono 334, sei i decessi

Dai dati aggiornati, forniti dalla Regione, alla mezzanotte del 18 marzo

0
213
Un laboratorio medico
Un laboratorio medico

PERUGIA – Sale a 4 il numero dei deceduti in Umbria in seguito all’infezione prodotta dal virus Covid-19. I primi due decessi sono stati registrati nei giorni scorsi, uno nella provincia di Perugia e uno nella provincia di Terni, mercoledì sono decedute altre due persone nella provincia di Perugia, l’ultima giovedì mattina. Dai dati aggiornati alla mezzanotte del 18 marzo, 334 persone in Umbria risultano positive al virus, i guariti al momento restano 4.

Il quadro Dei 334 pazienti positivi 14 sono di fuori regione: nella provincia di Perugia i positivi sono 236 e 84 in quella di Terni: sono ricoverati in 90 (4 di questi sono di fuori regione), di cui 64 nell’ospedale di Perugia e 22 in quello di Terni. Dei 90 ricoverati, 21 sono in terapia intensiva, 10 nell’ospedale di Perugia e 11 in quello di Terni. Le persone in osservazione sono 2292: di questi, 1616 sono nella provincia di Perugia e 676 in quella di Terni. Nel complesso entro le ore 24 del 18 marzo, sono stati eseguiti 1985 tamponi. Sempre alla stessa data risultano 720 soggetti usciti dall’isolamento di cui 550 nella provincia di Perugia e 170 in quella di Terni.

Quinta e sesta vittima Quinta vittima in Umbria affetta da Covid-19: una ultraottantenne residente a Montecchio, risultata positiva al coronavirus, è deceduta nella propria abitazione. Lo riferisce una nota dell’Usl Umbria 2. L’anziana nei giorni scorsi aveva sviluppato la febbre dopo un ricovero ospedaliero fuori regione. La persistenza di sintomi sospetti ha allertato il medico di medicina generale, che ha prontamente contattato il dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria. L’esito del test cui è stata sottoposta – spiega sempre la nota – ha confermato la positività all’infezione e dopo attenta indagine epidemiologica sono stati ricostruiti i contatti stretti. La signora viveva in casa con due persone che la assistevano e che, nella giornata di domani, verranno sottoposte ad un tampone naso-faringeo per escludere il contagio. La sesta persona è deceduta all’ospedale di Perugia, secondo quanto comunica la Direzione del Santa Maria della Misericordia. È una donna di 80 anni di Città di Castello, ricoverata dal 13 marzo presso il reparto di Malattie infettive. Il personale sanitario ha provveduto ad informare i familiari e il commissario dell’Azienda ospedaliera, Antonio Onnis, anche a nome della direzione e del personale, ha espresso le condoglianze alla famiglia e alla comunità di Città di Castello, attraverso il sindaco Luciano Bacchetta.