Coronavirus, 20 milioni per la sicurezza nei cantieri del sisma

Da giovedì 28 maggio, le imprese potranno presentare le domande per ottenere i contributi Inail attraverso Invitalia

0
157
coronavirus cantieri sisma
Una delle gru presenti a Norcia per gestione post sisma

PERUGIA – Fase due dell’emergenza coronavirus: riprendono i lavori in sicurezza anche nei cantieri della ricostruzione del sisma del Centro Italia del 2016. Il commissario straordinario alla ricostruzione post sisma, Giovanni Legnini ha comunicato che, a partire da giovedì 28 maggio, le imprese che operano nei cantieri della ricostruzione potranno presentare, attraverso Invitalia, le domande per ottenere i contributi Inail per il contenimento dei rischi di contagio all’interno dei cantieri.

I fondi Attraverso l’ordinanza 98 del commissario straordinario alla ricostruzione del sisma del 2016, sono stati messi a disposizione 20 milioni di euro destinati alle misure di contrasto alla diffusione del coronavirus nei cantieri di Umbria, Abruzzo, Lazio e Marche. Le spese ammissibili al contributo, per un importo massimo di 10 mila euro ad impresa, e che può arrivare al 100% dei costi sostenuti, “sono quelle effettuate e documentate tra il 19 marzo 2020 ed il 30 giugno 2020”, viene specificato sul sito del commissario straordinario. E si riferiscono all’acquisto di apparecchiature e attrezzature per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori, compresi i relativi costi di installazione; di dispositivi elettronici e sensoristica per il distanziamento dei lavoratori; di apparecchiature per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori rispetto agli utenti esterni e rispetto agli addetti di aziende terze fornitrici di beni e servizi; di dispositivi per la sanificazione dei luoghi di lavoro; sistemi e strumentazione per il controllo degli accessi nei luoghi di lavoro utili a rilevare gli indicatori di un possibile stato di contagio; e di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale.

The following two tabs change content below.