Coronavirus, il bilancio dell’emergenza in Umbria. La tabella dei numeri

I casi continuano ad aumentare ma in modo lineare, non esponenziale: nell'ultimo giorno 55 nuovi positivi

0
204
bilancio coronavirus Umbria
Coronavirus

PERUGIA – Continua l’aggiornamento costante del bilancio dell’emergenza coronavirus in Umbria. Sono 577, 55 più di domenica, i casi di coronavirus secondo i dati della Regione aggiornati alle 8 di lunedì 23 marzo. I guariti sono cinque, quattro nella provincia di Perugia e uno in quella di Terni. Dei 577 pazienti positivi, 19 sono di fuori regione. Nella provincia di Perugia i positivi sono 424 e 132 in quella di Terni. Sono ricoverati in 148, 115 sono residenti nella provincia di Perugia e 25 in quella di Terni, otto di fuori regione. Quarantadue sono le persone in terapia intensiva, 21 nell’ospedale di Perugia, 14 in quello di Terni, sei a città di Castello, uno a Pantalla. Le persone in osservazione sono 2.274: 1.570 sono nella provincia di Perugia e 704 in quella di Terni. Sempre alla stessa data risultano 1.884 soggetti usciti dall’isolamento, 1.414 nella provincia di Perugia e 470 in quella di Terni. Nel complesso entro le ore 8 del 23 marzo, sono stati eseguiti 3561 tamponi.

Le vittime I deceduti sono 17. Rispetto alle 16 vittime comunicate nel bollettino mattutino della Regione, si è aggiunto un nuovo decesso. Nella tarda mattinata di lunedì, un uomo di 76 anni è deceduto nella Unità di Terapia Intensiva del Santa Maria della Misericordia, dove era stato trasferito dopo il ricovero in Malattie Infettive, con diagnosi di contagio da Coronavirus. Informato della notizia, il commissario dell’azienda ospedaliera Antonio Onnis si è messo in contatto con il sindaco di Perugia, dove l’uomo risiedeva, per invitarlo ad esprimere le condoglianze alla famiglia anche da parte dei sanitari dell’ospedale.

Aumento lineare dei casi Osservando l’andamento dei dati relativi ai contagi di coronavirus in Umbria dal 5 al 23 marzo, si può notare come, soprattutto nei primi giorni, l’aumento sia stato esponenziale con un boom dei casi tra il 13 e il 19 marzo, passando da 76 a 247 positivi. Se l’aumento dei casi avesse continuato a seguire l’andamento dei primi giorni (linea blu) ad oggi, dovremmo avere circa 800 casi, in realtà alle 8 del 23 marzo si registrano in Umbria 577 casi. L’aumento dei positivi nella nostra regione, dal 19 marzo, ha iniziato a seguire un andamento lineare (linea arancione): i casi aumentano ma in modo costante. Se si osservano, in particolare, gli ultimi 4 giorni – dal 19 al 23 marzo – i casi giornalieri aumentano mediamente di 60 unità. L’andamento lineare e costante dei nuovi casi, quindi, può far pensare che le misure restrittive adottate l’11 marzo dal Governo, stiano iniziando a dare i primi risultati. Importante, quindi, in questa fase, non abbassare la guardia e continuare a rispettare le restrizioni in maniera rigorosa. Se la popolazione continuerà a rispettare le misure anti-contagio, è probabile che – seguendo l’andamento dei dati della Protezione Civile – il numero dei nuovi casi quotidiani in Umbria possa iniziare a diminuire già nei prossimi giorni.

coronavirus bilancio umbria