Coronavirus, assessore regionale Coletto: “Gli Umbri possono stare tranquilli” (AUDIO)

Ospedali di Perugia e Terni presidi di allerta regionali per i casi sospetti

0
166
L'assessore regionale alla sanità Luca Coletto

PERUGIA – Una task force coordinata dal direttore generale, il dottor Claudio Dario, in sinergia con il coordinamento dell’emergenza-urgenza, 118, pronti soccorsi, con medici sentinella, medici medicina generale, pediatri di libera scelta e guardia medica. E’ il sistema allestito dall’assessorato alla sanità della Regione Umbria per eventuali casi di coronavirus nella nostra regione. Una squadra ben coordinata che, nel caso di arrivo di pazienti con sintomi riconducibili al coronavirus, sappiano come agire in emergenza trattando il soggetto secondo le procedure specifiche e proteggendo, così, la popolazione da eventuali possibili infezioni che, specifica l’assessore regionale Luca Coletto, “ad oggi, non ci sono state”.

Presidi regionali “I cittadini umbri possono stare tranquilli”, ha detto l’assessore Coletto durante la conferenza stampa di mercoledì mattina a Palazzo Donini a Perugia per illustrare le misure organizzative di prevenzione, sorveglianza e monitoraggio predisposte dalla task force regionale contro il rischio sanitario da coronavirus. L’assessore ha spiegato che, nel caso di soggetti affetti da coronavirus, il sistema regionale prevede il loro isolamento nelle strutture ospedaliere di Perugia e Terni, “dove ci sono virologi e infettivologi all’altezza e che hanno tutte le indicazioni per trattare questi casi”. Nell’eventualità che le verifiche svolte dai due ospedali non siano sufficienti, allora, e solo allora, ci sarebbe il trasferimento all’Ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma. Trasferimenti “ad oggi mai avvenuti. Ad oggi – ha concluso Coletto -, la struttura sanitaria umbra ha retto perfettamente alle esigenze del territorio: I cittadini umbri possono stare tranquilli”.

Vaccino per coronavirus L’Università di Perugia “può sicuramente dare un contributo” per la scoperta di un vaccino in grado di contrastare il nuovo coronavirus”. Lo ha sottolineato l’ assessore  Coletto a margine della conferenza stampa nella quale ha fatto il punto sulla situazione in Umbria dopo l’allarme per l’epidemia, che non sta interessando il territorio umbro e più in generale l’Italia. “Abbiamo laboratori come ematologia, virologia e infettivologia che sono importantissimi, delle eccellenze” ha aggiunto. “I nostri docenti sono assolutamente all’altezza – ha sottolineato Coletto – e sono certo che si metteranno a fianco delle istituzioni nazionali per poter dare un impulso positivo per la gestione del nuovo vaccino”.

Le parole dell’assessore regionale alla sanità Luca Coletto ai microfoni di Umbria Radio