Consiglio regionale, Marco Squarta eletto presidente

L'esponente di Fratelli d'Italia ha quindi rivolto subito "un saluto ai cittadini umbri"

0
160
Marco Squarta

PERUGIA –  Marco Squarta, di Fratelli d’Italia, è il nuovo presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria. L’Aula lo ha eletto martedì mattina con 13 voti. L’annuncio della sua elezione è stato accolto da un applauso da gran parte dei presenti. Il consigliere anziano Fabio Paparelli ha quindi invitato Squarta a prendere posto sul banco riservato al presidente. L’esponente di Fratelli d’Italia ha quindi rivolto subito “un saluto ai cittadini umbri”. Squarta, eletto con 6.130 preferenze nelle liste di Fratelli d’Italia, 40 anni, avvocato e dipendente di una società di servizi. Nel 2006 ha fatto parte del Corecom dell’Umbria. Consigliere regionale dal 2015 al 2019, capogruppo FdI all’Assemblea legislativa, ha presieduto il Comitato di valutazione e controllo sull’Amministrazione regionale.

I due vice Nel corso della seduta sono stati eletti anche i due vice. Per l maggioranza è stata eletta con tredici voti Paola Fioroni 46 anni della Lega, Imprenditrice, ex Consigliere Nazionale della Croce Rossa Italiana, rappresentante italiana nel progetto della Commissione Europea “EU Protects”, fondatrice e presidente dell’associazione culturale “Umbria: we care”. Per l’opposizione con otto voti, invece, è stata eletta Simona Meloni del Pd, 45 anni, laureata in Lettere e filosofia, 2 anni di metodo strategico ad Economia e Commercio. Lavora in Perugina Nestlé da circa 20 anni di cui 14 anni project manager per la divisione dolciari ed ora in una posizione internazionale. Vicesindaco del Comune di Piegaro e consigliere dell’Unione dei Comuni del Trasimeno.

Responsabilità “Insieme, tutti quanti insieme, costruiremo l’Umbriadel domani”: è uno dei passaggi con i quali Marco Squarta è intervenuto in aula subito dopo il voto. “Ci aspetta – ha detto Squarta – una nuova era di responsabilità e del riconoscimento dei doveri che accettiamo con entusiasmo, nella consapevolezza delle difficoltà della causa”. “Continueremo a non essere indifferenti verso chi soffre” ha affermato ancora il neopresidente dell’ Assemblea. “Creeremo le condizioni – ha aggiunto – affinché ogni disabile, ogni anziano, ogni povero e ogni emarginato della nostra regione, trovi le giuste risposte ai suoi bisogni. I ritardi e le inefficienze della pubblica amministrazione, che inevitabilmente si riflettono sugli ultimi, non saranno più tollerati”. Squarta, dopo avere salutato “i cittadini dell’ Umbria” si è soffermato sui temi legati alla crisi. “In questa regione – ha sottolineato – migliaia di imprese hanno interrotto le loro produzioni e attività, molte altre minacciano di chiudere”. “Ci troviamo a dover affrontare – ha sostenuto ancora Squarta – sfide serie e numerose che riguardano tutti i 92 comuni dell’ Umbria. Non posso garantire che le vinceremo facilmente, né in poco tempo, ma, questo sì, in termini di impegno faremo l’ impossibile. Alla resa preferiremo la speranza”. “E’ passato il tempo dell’ immobilismo e della difesa degli interessi meschini” ha concluso il presidente del consiglio regionale.

 

(Servizio in aggiornamento)

The following two tabs change content below.