Castelnuovo di Porto, ospitati anche in Umbria i migranti sgomberati

Nella giornata di domani una quindicina di persone saranno trasferite a Perugia. In tutto oltre 300 migranti lasceranno il Cara nei prossimi giorni

0
375
Migranti e richiedenti asilo del Cara di Castelnuovo di Porto, Roma (foto Ansa)

PERUGIA – Sono oltre 300 i migranti che lasciano il Cara di Castelnuovo di Porto in 5 giorni. Domani 60 ospiti saranno trasferiti in varie regioni. Di questi, 15 saranno portati in Umbria e 45 in Toscana. Venerdì, invece, 50 andranno in Piemonte e sabato 90 saranno distribuiti tra Emilia e Lombardia. Oggi, invece, 30 persone sono state trasferite in Abruzzo, 30 nelle Marche e 15 in Molise. Ieri in 30 erano stati trasferiti, soprattutto in Campania.

Il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, sulla questione migranti chiede alla politica italiana “che tenga conto dell’ animo del popolo italiano”. “La nostra gente in gran parte ora è anche arrabbiata, anche per una crisi pregressa – afferma il porporato al Sir -. È in sofferenza. Ma noi non possiamo stuzzicare soltanto gli umori più negativi e più di sofferenza della nostra gente. Noi dobbiamo aiutare a riprendere fiducia, a riprendere speranza. Soprattutto fiducia nell’altro”.

L’attacco dei frati Una notizia, quella dell sgombero del Cara, che aveva provocato anche la reazione dei frati di Assisi. Ieri infatti, l’account twitter ufficiale del Sacro Convento citava il Vangelo riferendosi al Governo italiano: “Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno”.

The following two tabs change content below.