Cassa di Risparmio di Orvieto, il 2018 chiuso in rosso

0
108
Cassa di Risparmio di Orvieto

ORVIETO – La Cassa di Risparmio di Orvieto ha chiuso il bilancio del 2018 con una perdita netta di 32,4 milioni, contro un utile di 2,2 milioni riportato nel 2017. Il risultato è “sostanzialmente riconducibile all’integrale rettifica degli avviamenti ancora presenti in bilancio, pari a 30,9 milioni – si legge in una nota della banca – e il bilancio evidenzia altresì rettifiche nette su crediti e perdite da attività finanziarie per 9,9 milioni (4,6 milioni nel 2017)”. Al 31 dicembre 2018 la Cassa di Risparmio di Orvieto gestiva raccolta complessiva da clientela per 1,59 miliardi (di cui 1,05 miliardi rappresentano la componente diretta) ed impieghi a clientela, esclusa la componente rappresentata da titoli, per 0,93 miliardi. L’ istituto mette in evidenza il miglioramento della qualità degli impieghi “con la componente deteriorata netta scesa su base annua dal 9,8% al 7,6% del totale dei crediti”. La Cassa opera con 50 sportelli nelle regioni Umbria, Lazio e Toscana e fa parte del Gruppo Banca Popolare di Bari che detiene il 73,57% del capitale, mentre la restante parte fa capo alla Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto.

The following two tabs change content below.