Caso Esposito, il gip archivia: “Elementi insussistenti”

Dopo la procura anche il giudice per le indagini preliminari scagiona la docente, ex responsabile della Pediatria perugina e nel frattempo trasferitasi a Parma

0
69

PERUGIA – Archiviato dal gip di Perugia, su richiesta dalla procura, il procedimento avviato a carico della professoressa Susanna Esposito, ex responsabile della clinica pediatrica dell’ospedale ora in servizio a Parma, che era stata accusata di false attestazioni per avere sostenuto di essere stata al lavoro mentre sarebbe stata impegnata in visite private a Milano. Secondo il giudice “gli elementi d’indagine non appaiono idonei a sostenere l’accusa in giudizio”. Il legale di Esposito, l’avvocato Luca Pietrocola ha sottolineato che la sua assistita “quei reati non li ha mai commessi”. “Si tratta di una professionista seria – ha aggiunto – che ha sempre e solo fatto il suo lavoro”. Già la procura aveva ritenuto “l’infondatezza della notizia di reato”. Il fascicolo era stato aperto dopo una segnalazione ai magistrati dell’ufficio per i procedimenti disciplinari dell’ospedale che aveva ipotizzato presunte anomalie relative alle presenze di Esposito. Addebiti che il pubblico ministero e il giudice per le indagini preliminari hanno ritenuto insussistenti.

The following two tabs change content below.