Casapound, domani in piazza anche Cgil e Anpi per una contromanifestazione

Ancora polemiche per il corteo di domani. Il sindacato in una nota: "Importante dare visibilità alla Perugia democratica e antifascista"

0
263
Militanti di Casapound

PERUGIA – Continuano le polemiche per la marcia di Casapound, prevista per domani a Ponte San Giovanni. In tanti, dopo gli appelli di accademici e associazioni, sono pronti a scendere in piazza per una vera e propria contromanifestazione. E così, in contemporanea con il corteo di Casapound che partirà dalla stazione alle 16, Anpi e Cgil promuovono un presidio, insieme ad un ampio schieramento di associazioni, sindacati e partiti, al parco
Bellini di Ponte San Giovanni (nei pressi della piscina comunale). “È importante esserci per dare visibilità e voce alla Perugia vera, quella democratica e antifascista, quella accogliente e solidale”, afferma il sindacato in una nota. Secondo la Cgil, quella perugina è “una
comunità che respinge con forza i messaggi di odio e intolleranza che vengono portati da chi vuole alimentare e cavalcare paure e divisioni”. Ieri, il responsabile di Casapound Italia Antonio Ribecco aveva parlato di “un corteo del tutto pacifico e occasione di riscatto per tutto il quartiere”.

The following two tabs change content below.