Carabiniere morto, si è consegnato il ladro inseguito da Emanuele Reali

Si è presentato nella caserma dove lavorava il vice brigadiere umbro. Venerdì 9 novembre i funerali in provincia di Caserta

0
198

CASERTA – Si è costituito ai carabinieri il 24enne Pasquale Attanasio, di Napoli, ritenuto il ladro che martedì sera il vice-brigadiere Emanuele Reali stava inseguendo
quando fu travolto e ucciso da un treno nei pressi della stazione di Caserta. Attanasio, vistosi braccato dai carabinieri, che gli davano la caccia in maniera incessante da
48 ore, si è presentato con il suo avvocato di fiducia al Comando Provinciale dell’Arma in via Laviano a Caserta, la caserma dove prestava servizio il 34enne Reali, originario dell’Umbria. Qui è stato sottoposto a fermo, su disposizione della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per i reati di furto in abitazione, resistenza a pubblico ufficiale e morte come conseguenza di altro reato. Domani (venerdì) sono previsti i solenni funerali del vicebrigadiere, alle ore 15 nel comune di Piana di Monte Verna (Caserta). Annunciate le presenze del ministro della Difesa, Trenta, e del comandante generale dell’Arma, Nistri.

LEGGI ANCHE

Carabiniere morto, il ricordo dello zio: era un eroe

Morto per inseguire un ladro, il carabiniere era umbro

The following two tabs change content below.