Caldo, nessun picco di ricoveri a Perugia

Nell'ultima settimana accesso medio di 160 pazienti, solo tre i casi da sincope da calore

0
115
Ancora caldo in Umbria

PERUGIA – Nonostante il caldo di questi giorni, nessun picco di ricoveri è stato registrato all’ospedale di Perugia. La domenica appena trascorsa è stata la più calda dell’anno ma è passata senza particolari emergenze su questo fronte.

Piano prevenzione Il Santa Maria della Misericordia riferisce infatti in una nota che “sta funzionando” il piano di prevenzione messo in atto che permette un afflusso “costante” di pazienti in ospedale anche per patologie non afferenti alle alte temperature. La conferma arriva anche dal numero di posti letto liberi nella struttura di osservazione breve intensiva del pronto soccorso: quattro su una dotazione di dieci.

I numeri Nell’ultima settimana, i casi da sincope da calore sono stati tre – spiega Andrea Ceccagnoli, del servizio infermieristico del pronto soccorso di Perugia -, dei quali due codici verdi, riguardanti pazienti di 12 e 38 anni ed uno giallo assegnato ad un paziente di 79 anni. Tutti e tre si sono risolti con una osservazione in ospedale di un giorno. Sempre nell’ultima settimana, all’ospedale di Perugia è stato complessivamente registrato un accesso medio in pronto soccorso di 160 pazienti, 23 con codice bianco, 107 verde, 21 giallo e tre con codice rosso. Di questi poco più della metà sono stati ricoverati ed assegnati ai diversi reparti. Il picco maggiore degli utenti ha riguardato le fasce di età tra 15 e 45 anni e tra 75 e 84 anni. La prevalenza dei ricoveri ha riguardato eventi traumatici, a seguire dolore addominale, dolore toracico, difficoltà respiratorie, disturbi otorino ed
infine problemi neurologici.