Brunello Cucinelli è andato forte nel 2019: ricavi cresciuti del 10%

I dati annuali completi e definitivi dell’esercizio 2019 saranno esaminati e approvati dal Cda nella riunione prevista per l’11 marzo prossimo

0
220
Brunello Cucinelli
PERUGIA – Ricavi netti a 607,8 milioni di euro, +9,9% a cambi correnti (+8,6% a cambi costanti) rispetto ai 553 milioni di euro del 2018. Aumento nei mercati internazionali pari al +11,4% (Europa +12,9%, Nord America +8,9%, Cina +14,7%, resto del mondo +12,3%), e nel mercato italiano del +1,9%, crescita in tutti i canali distributivi: retail +14,6%, monomarca wholesale +7,7%, multimarca wholesale +4,1%. Brunello Cucinelli non ha remore a definire per la sua impresa il 2019 “un anno “eccellente”, sia per i risultati che per l’immagine nel suo complesso di un’azienda “italiana”, espressione a noi tanto cara”.

 

Ricavi Il Consiglio di amministrazione di Brunello Cucinelli spa ha esaminato i ricavi netti consolidati preliminari di vendita dell’anno 2019 e l’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre. I dati annuali completi e definitivi dell’esercizio 2019 saranno esaminati e approvati dal Cda nella riunione prevista per l’11 marzo prossimo.”Dopo il bell’aumento di fatturato e vista l’ottima qualità delle vendite – dichiara il patron – ci aspettiamo dei sani, equilibrati e sostenibili profitti. Visto l’ottimo sell-out dell’autunno inverno passato, la bella raccolta di ordini in casa della collezione primavera estate 20, e la “molto favorevole” partenza delle collezioni Autunno Inverno 20, lavorando con serena tranquillità ci attendiamo un 2020 di bella crescita del fatturato, dei profitti e dell’immagine”.

Fatturato   “Consideriamo il 2019 un anno eccellente – ribadisce Cucinelli -, tra i più belli della nostra storia, e il primo del progetto di crescita con l’obiettivo di raddoppiare il nostro fatturato in 10 anni. Abbiamo la concreta impressione che il sentimento intorno al brand sia molto molto positivo: stampa internazionale, grandi department stores del lusso, clienti multibrand e clienti finali ci trasmettono entusiasmo e condivisione dei valori della nostra impresa, che proviamo a vivere quotidianamente in Solomeo, che amiamo chiamare “Borgo dello Spirito”. Da sempre l’impresa è impegnata a favore del “lavorare e vivere in armonia con il creato”, cercando i “buoni rapporti” con dipendenti, collaboratori e stakeholders. Per questo motivo i luoghi in cui viviamo e lavoriamo, fatti di spazi ampi, ordinati, illuminati con luce naturale dove ognuno può esprimere al meglio la propria genialità, sono parte essenziale del modo con cui cerchiamo di fare impresa”.

Digitale  Anche nel mondo digitale e nella rete, “percepiamo – afferma il re del cashmere – le stesse sensazioni molto positive che raccogliamo nel mondo fisico, grazie al nostro progetto che definiamo “Artigiani Umanisti del Web”, che offre un’esperienza “su misura” al cliente che approccia il nostro brand on line, condividendo storia, valori, filosofia dell’impresa con l’offerta di prodotto. Siamo onorati – aggiunge Cucinelli – del rapporto speciale che ci sembra di aver costruito con gli “amabili amici” della Silicon Valley, ed è stato emozionante ospitare a Solomeo alcuni di questi “Giovani Leonardo del Terzo Millennio”, tra cui Jeff Bezos, Drew Houston, Reid Hoffman e Marc Benioff, quest’ultimo presente tramite una bellissima lettera inviata al gruppo. Nei giorni trascorsi insieme, abbiamo dedicato tempo alla nostra anima, dialogando sui grandi temi della vita, quali la responsabilità nei confronti dell’umanità e il desiderio di sentirci custodi, progettando per coloro che verranno dopo di noi e provando a condividere una visione del mondo per i prossimi millenni”.