In prima assoluta al Teatro degli Avvaloranti, ‘Furiosus’

L'opera lirica in due atti liberamente tratta dall’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto, su libretto di Flora Gagliardi e musiche di Roberto Scarcella Perino, debutta questo venerdì a Città della Pieve

0
1301
L'opera 'Furiosus', in un momento delle prove

CITTA’ DELLA PIEVE (PG)- Andrà in scena venerdì 25 agosto al Teatro degli Avvaloranti di Città della Pieve  la prima assoluta di Furiosus, opera lirica in due atti liberamente tratta dall’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto. Le gesta del celebre poema cavalleresco, saranno narrate attraverso il libretto di Flora Gagliardi per le musiche originali di Roberto Scarcella Perino, compositore italiano residente a New York dove lavora e insegna, eseguite dall’Orchestra diretta da Concetta Anastasi, per la regia di Karen Lauria Saillant.

L’evento, una produzione dell’International Opera Theater (IOT) di Philadelphia, è una trasposizione che privilegia sul piano letterario la dimensione immaginifica e crea un’emozionante sequenza di scene, in cui si esaltano l’amore e la follia che da esso deriva. Sul piano musicale, invece, è una fluida ed ammaliante trama sonora fatta di arie, duetti, concertati e cori, basata su un insolito organico orchestrale composto da quattro sassofoni, quartetto d’archi, percussioni e pianoforte. Ogni personaggio del Furiosus è affidato a uno stile musicale differente e si avventura dal bel canto al tango, da ritmi latino-americani a melodie orientali, da atmosfere lunari a sonorità terrene. Astolfo, con il suo Ippogrifo, sarà la guida poliedrica di questo viaggio musicale nei luoghi e nelle emozioni dell’opera di Ariosto.

Tutti i partecipanti a Furiosus (inclusi cantanti, strumentisti e artisti visivi) sono talenti provenienti da ventidue paesi (Albania, Canada, Corea del Sud, Francia, Giappone, Guatemala, Thailandia, Inghilterra, Italia, Lituania, Macedonia, Malta, Messico, Romania, Polonia, Portogallo, Russia, Singapore, Spagna, Stati Uniti d’America, Honduras ed Egitto). Le scene e i costumi sono assemblati con materiali poveri e di riuso ideati da giovani artisti del Laboratorio Terrarte di Città della Pieve e realizzati da un team di artisti europei e americani sotto la direzione dello scenografo e costumista Hailey Bryant.

Furiosus è la quattordicesima opera in prima mondiale dell’International Opera Theater (IOT) a Città della Pieve, dove l’associazione ha la sede italiana. Tra i prossimi progetti, nel 2018 in prima esecuzione italiana, sempre presso il Teatro degli Avvalorati, l’opera lirica Sacco e Vanzetti, nel 2019 la realizzazione di Shim Chung, la prima opera italiana basata su una storia popolare sudcoreana, con la musica della compositrice Angela Inglese.

L’evento, in replica il 26 e 27 agosto (con inizio alle 21.30), ha il patrocinio del Comune di Città della Pieve, della ProLoco, dell’Associazione Turistica Pievese, del Consolato Generale d’Italia a Philadelphia e della University of Arts di Philadelphia.

Per Informazioni, si può telefonare allo  0578 298840 e 0578 298939.

The following two tabs change content below.