Arresti sanità, Grillo: “Cambiare il sistema delle tracce nei concorsi pubblici” (FOTOGALLERY – VIDEO)

Il ministro della Salute in visita all’ospedale di Perugia: la politica non interferisca con le nomine e sui concorsi sotto inchiesta dice: sarei per l’annullamento

0
261

PERUGIA – “La politica non deve interferire con la sanità, sia nelle nomine apicali sia nella gestione dei concorsi pubblici”: è quanto ha detto il ministro della Salute, Giulia Grillo, giovedì mattina a Perugia per una visita istituzionale all’ospedale del capoluogo umbro – presenti anche il vicepremier Luigi Di Maio e il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede – compiuta dopo l’ insediamento del commissario straordinario, Antonio Onnis, nominato per gestire l’ Azienda ospedaliera dopo l’ inchiesta su presunti concorsi ‘pilotati’ .

Riforma “Questo Paese – ha sottolineato il ministro Grillo – non può più attendere una seria riforma delle modalità di formazione delle tracce. Si devono usare sistemi informatizzati con estrazione attraverso algoritmi la mattina stessa dell’esame. Così facendo anche chi non ce la fa a non delinquere troverà maggiori difficoltà nel farlo”. Parlando della situazione che si è venuta a creare in Umbria, il ministro l’ha definita di una “gravità allarmante”. Precisando comunque che si tratta di una vicenda “temporanea” e non “cronica”. Grillo ha inoltre sottolineato “l’impegno e la vicinanza” del governo e “mio personale” verso i cittadini umbri. “La nomina tempestiva del commissario – ha concluso il ministro – è stata la dimostrazione del nostro metterci a disposizione”.

Sconforto “Può esserci anche un momento di sconforto ma mi è stato assicurato che tutti i servizi sono stati erogati in perfetta continuità dal punto di vista della qualità delle cure”: lo ha assicurato il ministro della Sanità Giulia Grillo al termine della visita all’ospedale di Perugia. La struttura al centro dell’indagine sui concorsi ”pilotati” che ha portato agli arresti domiciliari gli ex vertici del Santa Maria della Misericordia.
Il ministro è stata accompagnata dal nuovo commissario Antonio Onnis. Con lui, insieme al vicepremier Luigi Di Maio, ha visitato la centrale operativa del 118. “Faccio i complimenti a operatori instancabili – ha evidenziato – che lavorano anche in questo giorno di festa”.
“Non mi sembra che all’ospedale di Perugia ci sia una situazione critica” ha detto ancora Grillo. “I dati – ha aggiunto – parlano sicuramente di una buona qualità di erogazione delle cure però dal mio canto ho il dovere di verificare reparto per reparto in tutta l’Umbria. E lo stiamo già facendo”.
Nel merito dell’indagine il ministro ha detto che le intercettazioni “vanno contestualizzate”. “Ho avuto però – ha proseguito – una cattiva impressione perché certe cose non te le aspetti in una realtà come questa. Anche la prevenzione della corruzione non deve avere funzionato”.

Concorsi Grillo ha anche parlato dei concorsi al centro dell” indagine. “Io sarei per annullarli – ha detto rispondendo ai giornalisti – ma bisogna vedere se è giuridicamente possibile. Sarei anche per radiare dall” albo chi ha fatto queste cose. Io – ha concluso Grillo – sono radicale su questo…”.

The following two tabs change content below.