Angela Hewitt alla Basilica di San Pietro di Perugia

La celebre pianista canadese torna nel capoluogo per la Stagione degli Amici della Musica con un concerto dedicato all'autore che l'ha resa celebre in tutto il Mondo, Johann Sebastian Bach

0
126
La celebre pianista Angela Hewitt

PERUGIA- Uno degli artisti, senza dubbio, fra i più richiesti ed acclamati dei nostri giorni, la pianista canadese Angela Hewitt, è l’attesa protagonista dell’appuntamento in programma questo venerdì 12 aprile per la Stagione degli Amici della Musica di Perugia. Un concerto, in programma a partire dalle ore 20.30 presso la cornice della Basilica di San Pietro, interamente dedicato a Johann Sebastian Bach, compositore che l’ha resa celebre in tutto il Mondo per il quale nutre una devozione totale.

Un programma molto particolare, che permetterà di ascoltare pagine di raro ascolto quali le sette Toccate BWV 910-916, lavori giovanili che il musicista tedesco aveva scritto per il clavicembalo, quando esplorava quello stylus phantasticus che era stato dei suoi predecessori Frescobaldi, Froberger e Buxtehude. Composizioni dal carattere improvvisato, prive di forme prestabilite, ma caratterizzate anche da severità contrappuntistica.

Chiuderà il concerto, uno dei lavori più celebri di Johann Sebastian Bach, la Fantasia cromatica e Fuga in re minore BWV 903, pagina che contrappone la grande libertà espressiva della Fantasia alla logicità inesorabile della Fuga.

Una serata, quindi, che segna il ritorno, senz’altro, gradito per il pubblico degli Amici della Musica di Perugia di una tra le pianiste più conosciute a livello mondiale quale Angela Hewitt. Un’artista, regolarmente presente sia in recital che con le più importanti Orchestre nei più prestigiosi Festival e rassegne in Europa, in America, in Australia e in Asia. Costantemente in viaggio, vive tra Londra, Ottawa (sua città d’origine in Canada) e l’Umbria, regione che ama particolarmente e dove dal 2005 è direttore artistico del Trasimeno Music Festival.

Unanimemente riconosciuta dalla critica internazionale, come una delle interpreti di riferimento di Johann Sebastian Bach, nell’autunno 2016 ha intrapreso un grande progetto intitolato The Bach Odyssey, che prevede l’esecuzione di tutte le sue opere per tastiera in dodici recital nel corso di quattro anni. Un progetto, che Angela Hewitt ha presentato  in tutte le principali città e Sale da concerto del Mondo, tra cui la Wigmore Hall di Londra, il 92nd Street di New York, il National Arts Centre di Ottawa.

Da ricordare, inoltre, che nel 2006 la pianista canadese ha ricevuto l’OBE (Order of the British Empire) in occasione dei festeggiamenti per il Compleanno della Regina Elisabetta II d’Inghilterra ed è stata nominata Companion of the Order of Canada (CC) nel 2015.

The following two tabs change content below.