Al Centro di Valorizzazione di Norcia la Stagione di Prosa 2020

Dal 19 gennaio, cinque appuntamenti per il cartellone organizzato dalla locale amministrazione comunale in collaborazione con il Teatro Stabile dell'Umbria. Tra gli ospiti, Monica Guerritore

0
152
Monica Guerritore con 'Dall'Inferno all'Infinito', in scena per la Stagione di Prosa a Norcia

NORCIA- Una ferma determinazione di rilancio, non solo dal punto di vista materiale ma anche culturale. Si presenta così, anche quest’anno, la Stagione di Prosa organizzata dal Comune di Norcia in collaborazione con il Teatro Stabile dell’Umbria presso il locale Centro di Valorizzazione. Cinque appuntamenti a partire da domenica 19 gennaio, alle ore 18, affinchè la città possa continuare a mantenere il legame con il teatro, con l’auspicio che, quanto prima, possa essere riaperto il Teatro Civico.

“Siamo molto felici di contribuire alla realizzazione della Stagione di Prosa di Norcia -spiega il Direttore dello Stabile Nino Marino- il teatro è un’occasione molto importante per la città, un momento d’incontro per l’intera comunità e un’opportunità unica per condividere riflessioni, divertimento ed emozioni.”

Ad inaugurare il cartellone, Edoardo Sylos Labini, artista molto legato alla città di Norcia, che in questa occasione porta in scena 1919 Fiume – Città di Arte, di Vita il racconto della straordinaria impresa che cento anni fa vide protagonisti giovani rivoluzionari di tutta Europa, guidati dal poeta soldato Gabriele d’Annunzio, il Vate degli italiani. Una pagina di storia sorprendente, spesso dimenticata, ma che oggi è più attuale che mai. Novanta minuti di aneddoti, immagini, emozioni. Domenica 2 febbraio, alle ore 18, A 2 passi, uno spettacolo poetico e raffinato di Micro Teatro Terra Marique e Rakurs Teatro ispirato dal lavoro degli artisti futuristi. Una storia evocativa che narra gli affetti e i risentimenti di una coppia di attori durante la loro ultima rappresentazione. Venerdì 6 marzo, alle ore 21, in occasione della Giornata internazionale della Donna, a Norcia un’ospite d’eccezione, Monica Guerritore. L’artista porta in scena Dall’Inferno all’Infinito, un percorso emozionante attraverso le parole di Dante e di altri grandi autori come Elsa Morante, Pier Paolo Pasolini e Patrizia Valduga. Uno spettacolo che sta ottenendo ovunque un grande successo di critica e pubblico. Giovedì 16 aprile, alle ore 21 un’altra straordinaria interprete della scena italiana, Simona Marchini in Croce e Delizia Signora mia ci racconta, attraverso uno speciale omaggio a Giuseppe Verdi, tre storie appassionanti Traviata, Rigoletto e Trovatore, la cosiddetta trilogia popolare. Con la sua consueta verve ironica ed elegante non mancherà di conquistare il pubblico in una serata all’insegna del divertimento e della bella musica. A chiudere la Stagione, in una data ancora da definire, un attore umbro particolarmente amato da tutti, Marco Bocci. L’artista ha aderito con entusiasmo alla richiesta di una sua presenza nel Cartellone di Norcia, e per l’occasione leggerà un testo che aveva da tanti anni nel cassetto, Rosso, una storia intima e poetica, che si dipana attraverso i pensieri di un uomo appena diventato padre. Una situazione divertente e spiazzante, che Marco Bocci ci racconterà con delicatezza e ironia.

 

The following two tabs change content below.