Norcia, delegazione Ue verifica i progressi della ricostruzione

Per i tecnici impressione positiva e ottima cooperazione tra le istituzioni

0
158
La visita della delegazione europea

NORCIA – Sono arrivati anche nella città di San Benedetto i tecnici della Commissione Europea per verificare i progressi nei lavori di ricostruzione post-terremoto finanziati dal Fondo di solidarietà europeo – con 1,2 miliardi di euro – e fornire assistenza per risolvere eventuali problemi riscontrati nel suo utilizzo. La delegazione, guidata dalla dottoressa Vittoria Alliata, direttore presso la Direzione Generale per la Politica Regionale e Urbana della Commissione Europea, oltre che responsabile per i fondi solidarietà europea è stata accompagnata dal Capo Dipartimento di Protezione Civile Angelo Borrelli. I funzionari europei hanno verificato lo stato

La visita della delegazione europea

d’avanzamento dei lavori e quindi poter preparare la chiusura degli interventi del Fondo di solidarietà previsto per novembre 2019.

Il sopralluogo La delegazione ha visitato Amatrice, Arquata del Tronto, Pescara del Tronto e i cantieri di Anas, quindi la viabilità, per poi attraversare la galleria San Benedetto per arrivare quindi a Norcia dov’è stata accolta dal Sindaco Nicola Alemanno, dall’assessore regionale Fernanda Cecchini e dal responsabile della Protezione Civile Regionale, Alfiero Moretti. “Accogliamo la delegazione dei tecnici della Commissione che possono constatare direttamente quello che il sistema di Protezione Civile Nazionale e le Istituzioni insieme sono riuscite a realizzare a Norcia, in quello che ancora oggi è preso come un modello di resilienza” ha commentato il Sindaco di Norcia Nicola Alemanno.

La visita della delegazione europea

La verifica dei tecnici L’impressione avuta dai tecnici è stata positiva e conferma l’ottima cooperazione tra le istituzioni per quanto concerne gli interventi finanziati dal fondo di solidarietà; scopo della visita è stato anche testimoniare il continuo interessamento e attenzione da parte dell’Europa alla gestione dell’emergenza e alla ricostruzione. Dopo aver fatto un giro nel centro storico con particolare attenzione alla Basilica di San Benedetto la delegazione ha visitato Castelluccio di Norcia per poi terminare il programma nel deposito dei beni culturali di Santo Chiodo a Spoleto.