Villa Umbra: bilancio ok, 18mila partecipanti e 13mila ore di formazione

Oltre diciottomila partecipanti e tredicimila ore di alta formazione Numeri positivi nel 2017 per “l’ENA - École nationale d'administration” umbra

0
666

PERUGIA – Oltre diciottomila partecipanti e tredicimila ore di alta formazione su tematiche di interesse locale, regionale e nazionale. Numeri altamente positivi per l’attività svolta anche nel 2017 dalla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, che registra una ulteriore crescita da anno ad anno.

A tracciare il bilancio dell’attività 2017 è l’Amministratore Unico della Scuola, Alberto Naticchioni insieme all’Ufficio di Direzione, composto da Sonia Ercolani, Cristina Strappaghetti, Marco Martini: “La Scuola si consolida quale punto di riferimento ormai nazionale per l’aggiornamento professionale dei dipendenti della Pubblica Amministrazione, sempre più interessata da misure di riordino e controllo della spesa. Nel 2017 la Scuola ha realizzato complessivamente 465 corsi per un totale di 13.016 ore di attività. Abbiamo ospitato 18.374 partecipanti provenienti oltre che dall’Umbria anche da Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Toscana, Trentino, Valle d’Aosta, Veneto. Sono state stipulate in un anno 95 convenzioni con Enti Pubblici, oltre ai 12 Enti Consorziati. Proficua la collaborazione sviluppata con Ordini e Collegi professionali, in particolare con Avvocati, Ingegneri, Geometri, Architetti, Geologi, Assistenti sociali, Psicologi, Commercialisti e Revisori dei Conti, Giornalisti, Farmacisti, Agronomi”.

Tra le principali attività realizzate si segnalano:

  • Progetti in collaborazione con Corte d’Appello e Procura Generale della Repubblica di Perugia
  • Piano di Rafforzamento Amministrativo Personale Regione Umbria
  • Amministrazione digitale –Agenda Digitale dell’Umbria – Interconnessioni
  • Aggiornamento personale Polizia locale Umbria
  • Corsi in materia di sul nuovo codice dei contratti pubblici, trasparenza, privacy e prevenzione della corruzione
  • Corsi di Formazione Specifica in Medicina Generale
  • Piano formativo personale Sistema Sanitario Regionale
  • Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale
  • Laboratorio di Benchmarking tra Sistemi Sanitari Regionali – Franco Tomassoni – VII ED.
  • Corsi di formazione manageriale per Direttori e Dirigenti area sanità (legge 502/92)
  • Corsi Base e Aggiornamento in Micologia
  • Presentazione opportunità UE in collaborazione con SEU Servizio Europa Umbria
  • Valore PA INPS Umbria – Marche, in collaborazione con Università degli Studi di Perugia
  • Progetto PUZZLE Ministero degli Interni (in collaborazione con ANCI Umbria)
  • Corsi in materia contabile e tributaria ANCI Nazionale IFEL
  • Corsi Sicurezza nei luoghi di lavoro (d.lgs. 81/05)

“Abbiamo raggiunto risultati positivi – afferma Naticchioni – grazie alla Regione Umbria, agli altri Enti consorziati, grazie al prezioso lavoro dei dipendenti e dei collaboratori della Scuola e alla levatura del personale docente, proveniente dalla Magistratura, dal mondo accademico e delle professioni, dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, dal Ministero della Salute, da Anac, Agenas, Agid. Sono intervenuti anche i vertici della Magistratura, tra i quali Fausto Cardella, Procuratore Generale della Repubblica di Perugia, Alberto Avoli, Presidente aggiunto Corte dei Conti, Giuseppe Severini, Presidente Quinta Sezione del Consiglio di Stato, Raffaele Potenza, Presidente Tribunale Amministrativo Regionale per l’Umbria, Antonio Giuseppone, Procuratore regionale Corte dei Conti, Angelo Canale, Presidente della III° Sezione Giurisdizionale centrale di Appello – Corte dei Conti, Carlo Chiappinelli, Presidente Corte dei Conti Lazio, Sergio Cutrona, Presidente Tribunale per i Minorenni dell’Umbria, Giovanni Rossi Procuratore presso il Tribunale minorile di Perugia, Claudia Matteini, Magistrato coordinatore del Tavolo interistituzionale Minori e Famiglia”.

“Rilevante – sottolinea l’Amministratore Unico della Scuola – il contributo dato da illustri Professori universitari e Professionisti, tra i quali l’Avv. Giuseppe Morbidelli, Emerito di diritto amministrativo nell’Università degli Studi di Roma La Sapienza, l’Avv. Aristide Police, Ordinario di diritto amministrativo presso l’Università di Roma Tor Vergata, l’Avv. Caterina Bova,  Anac, l’Avv. Fabrizio Figorilli, Prorettore ed Ordinario di diritto amministrativo dell’Università degli Studi di Perugia, Giuseppe Liotta, Ordinario di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni, Delegato per il settore Informatizzazione, Agenda Digitale e I.C.T – Università degli Studi di Perugia, l’Avv. Francesco Duranti, Professore associato di Diritto pubblico comparato presso l’Università per Stranieri di Perugia, l’Avv. Carlo Fiorio, Professore di Diritto processuale penale l’Università degli Studi di Perugia, Alessandro Montrone, Ordinario di Economia aziendale presso l’Università degli Studi di Perugia, Alessandra Pioggia, Professore Ordinario di Diritto Amministrativo presso l’Università di Perugia, l’Avv. Gianluigi Ciacci, Professore di Informatica Giuridica presso il Dipartimento di Giurisprudenza della Luiss Guido Carli, l’Avv. Claudio Guccione, Professore di Diritto delle opere pubbliche presso l’Università La Sapienza, Andrea Ziruolo, Professore di Economia aziendale presso l’Università degli Studi G. d’Annunzio Chieti – Pescara, l’Avv. Annalisa Giusti, Associata di diritto amministrativo presso l’Università degli Studi di Perugia, Livia Mercati, Ordinario di diritto amministrativo presso l’Università degli Studi di Perugia, Margherita Giannoni, Associato di Economia sanitaria presso l’Università degli Studi di Perugia, Enrico Carloni, Associato di  diritto amministrativo presso l’Università degli Studi di Perugia, Federico Lega, Professore Associato di Management Pubblico e Management Sanitario, Dipartimento di Policy e Management Pubblico, Università Bocconi di Milano, l’Avv. Giuseppe Caia, Professore di Diritto Amministrativo presso l’Università di Bologna e Direttore Scuola di Specializzazione in Studi sull’Amministrazione Pubblica (SPISA), Niccolò Persiani, Ordinario di economia aziendale presso l’Università di Firenze, Donato A. Limone, Ordinario di Informatica Giuridica e Presidente dell’Associazione Nazionale Docenti di Informatica Giuridica (ANDIG), Eugenio Anessi Pessina, Ordinario di Economia aziendale presso La Cattolica, l’Avv. Daniele Spinelli, Avvocato ed esperto in appalti pubblici”.

“Visto il positivo riscontro manifestato dagli Enti e dai partecipanti ai corsi – conclude Naticchioni – la Scuola intende nel 2018 sviluppare la Formazione a Distanza (FAD) ed investire in tecnologie per offrire servizi migliori, consolidare le azioni formative a favore dell’Amministrazione digitale ed ampliare la collaborazione con le Regioni limitrofe. Auspichiamo che nel 2018 si valorizzi, nella predisposizione del Piano sanitario regionale, il Consorzio ‘Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica’ per le attività formative relative al servizio sanitario regionale così come deliberato dal Consiglio regionale. Invito le Pubbliche Amministrazioni a considerare la formazione del proprio personale come un prezioso investimento. L’ammodernamento della Pubblica Amministrazione, tanto richiesta dalla ‘società civile’, può essere realizzata con la formazione del personale già in servizio e con l’inserimento di giovani laureati, carichi di entusiasmo e buona volontà. La Pubblica Amministrazione deve prendere esempio dalle imprese che nel momento di crisi hanno investito in formazione e tecnologia. La Regione Umbria, anche tramite la Scuola, possiede tutti gli strumenti per affrontare l’innovazione richiesta e non mancherà di raggiungere obiettivi ambiziosi affinché la Pubblica Amministrazione rappresenti anche in Umbria un punto di riferimento ed una opportunità per lo sviluppo e la crescita delle imprese”.