Terni, spaccia nel portone e aggredisce gli agenti

Movimenti sospetti in via Farini. In manette finisce anche un 42enne di Orvieto evaso dai domiciliari

0
83
La droga recuperata

TERNI – Un 26enne in manette per spaccio, due romene allontanate e un uomo evaso dai domiciliari. E’ il bilancio delle ultime attività della polizia di Stato sul territorio.

Attenzione Arrivato in città da una decina di giorni e subito arrestato il tunisino 26enne colto in flagranza di reato dalla Sezione Antidroga della Squadra Mobile. A destare l’attenzione degli agenti anche il suo cappello di paglia a tesa larga e una maglietta colorata, indossati di recente in via Farini, da dove, giovedì scorso, era arrivata una segnalazione dai residenti di un condominio che avevano notato uno strano andirivieni proprio all’ingresso del palazzo. Poi l’appostamento: gli agenti vedono lo straniero cedere lo stupefacente a due tossicodipendenti locali sul portone di casa, l’uomo risale e i due vengono fermati: sono in possesso di una dose di eroina ed una di cocaina. Poco dopo, l’uomo scende di nuovo ed insieme a lui, altri due tossicodipendenti. All’alt della polizia, lo straniero cerca di fuggire e, per evitare di essere preso, si dimena sferrando calzi e pugni; nell’azione colpisce due agenti, uno di loro, ferito ad una mano e ad un piede dovrà ricorrere alle cure dei sanitari e ne avrà per 20 giorni. Alla fine viene arrestato e la sua abitazione viene perquisita: all’interno tutto il materiale per il confezionamento, 300 euro in contanti, numerose singole dosi di cocaina, eroina ed anfetamine, oltre al vistoso cappello di paglia e alla maglietta che indossava in occasione del primo avvistamento. Irregolare in Italia e disoccupato, sarà giudicato per direttissima.

Orvieto Tre persone colpite dai controlli a Orvieto. Due ragazze sono state fermate dalla Squadra Volante in due diverse occasioni, mentre si aggiravano con fare sospetto tra le autovetture in sosta nel parcheggio di Piazza della Pace. La prima, fermata intorno alle 9, è risultata con numerosi precedenti penali e di polizia, tra cui reati contro il patrimonio, false attestazioni, nonché innumerevoli provvedimenti di allontanamento da molte città italiane. La 33enne rumena, proveniente da un campo nomadi di Roma, è stata denunciata. L’altra è stata fermata, sempre nello stesso parcheggio due ore dopo e dal controllo è emersa una situazione identica alla precedente: anche lei, di 20 anni e residente a Roma presso una connazionale con lo stesso curriculum criminale, è stata denunciata per la violazione. Un 42enne pregiudicato di Orvieto, sottoposto al regime degli arresti domiciliari per porto abusivo di arma da fuoco, era risultato assente dalla sua abitazione varie volte nelle ore notturne e serali, quando la Squadra Volante non lo aveva trovato in casa. In base alla segnalazione da parte della Squadra Anticrimine, il magistrato di sorveglianza dell’Ufficio di Spoleto ha ritenuto di dover revocare gli arresti domiciliari, ordinando la pena più severa della detenzione.