Sisma, prime case e attività produttive: rate dei mutui sospese fino al 2020

E' quanto prevede un emendamento del Governo al decreto fiscale, che riordina la legislazione post-sisma ed introduce nuove disposizioni per la ricostruzione dei territori colpiti dai terremoti, compresi quelli de L'Aquila del 2009 e quelli dell'Umbria e delle Marche del 1997

0
123
le rate dei mutui sulle prime case e sulle attività produttive, inagibili o distrutte, inserite nelle zone rosse istituite nei Comuni del Centro Italia colpiti dal sisma di agosto 2016.
Una casa distrutta a Castellucio di Norcia

ROMA – Saranno sospese fino al 31 dicembre 2020 le rate dei mutui sulle prime case e sulle attività produttive, inagibili o distrutte, inserite nelle zone rosse istituite nei Comuni del Centro Italia colpiti dal sisma di agosto 2016. E’ quanto prevede un emendamento del governo al decreto fiscale, che riordina la legislazione post-sisma ed introduce nuove disposizioni per la ricostruzione dei territori colpiti dai terremoti, compresi quelli de L’Aquila del 2009 e quelli dell’Umbria e delle Marche del 1997. Per quanto riguarda la busta pesante, che tanti lavoratori residenti nel cratere hanno incassato in questi mesi ma che dovranno restituire, “è prevista una rateizzazione fino a 24 mesi (rispetto ai 9 inizialmente stabiliti) e rinvio a maggio 2018 (anziché a febbraio 2018 come stabilito in un primo momento) delle imposte sospese dal 24 agosto 2016”.

 

The following two tabs change content below.