Santa Barbara, Bassetti ai Vigili del fuoco: “Sacre le vostre vite”

Nell'ultimo anno circa 22.000 interventi di soccorso del comando provinciale di cui oltre 7.000 nella Valnerina

0
88

PERUGIA – Lunedì 4 dicembre, solennità di Santa Barbara patrona dei vigili del fuoco, l’arcivescovo di Perugia – Città della Pieve, il cardinale Gualtiero Bassetti, ha celebrato la santa messa al comando provinciale di Perugia alla presenza delle istituzioni regionali e delle forze di polizia. Tra loro anche la presidente dell’assemblea legislativa Donatella Porzi, il prefetto Raffaele Cannizzaro, il sindaco di Perugia, Andrea Romizi e quello di Assisi, Stefania Proietti. Dall’altare, il cardinale ha fatto riferimenti ai caschi e agli altri strumenti di lavoro: “Sono sacri – ha detto Bassetti – come le vostre vite perchè servono a proteggere gli esseri umani, la natura e il Creato”. Negli ultimi 12 mesi i vigili del fuoco del comando provinciale hanno svolto circa 22.000 interventi di soccorso, oltre 7.000 nella Valnerina colpita dal sisma.

Terni E anche a Terni, dopo la staffetta ginnica fino all’edicola di Santa Barbara alle Marmore, il vescovo della diocesi di Terni, Narni e Amelia, monsignor Giuseppe Piemontese ha presieduto la Santa messa al comando provinciale di via Bramante alla presenza delle autorità civili e militari. Nella stessa occasione sono state consegnate le onorificenze e gli attestati al personale che si è distinto per particolari meriti, tra cui, il gruppo che in occasione delle scosse del 25 agosto del 2016 ha salvato un uomo sotto le macerie ad Accumoli. Infine, sono stati ricordati dal comandante Gianfranco Monopoli i tanti interventi, compreso quello recente a Rocca San Zenone per l’incendio e ovviamente quelli del sisma: 4500 gli interventi nell’anno dei quali 400 per l’incendio. Recuperate 5.600 opere d’arte in 120 distinte attività.

La presidente Marini E anche la presidente della Regione Catiuscia Marini ha rivolto un pensiero ai vigili del fuoco nel giorno di Santa Barbara. “Un grande riconoscimento e ringraziamento per l’opera che le donne e gli uomini del corpo dei vigili del fuoco svolgono quotidianamente per la sicurezza delle persone e delle cose, e per la straordinaria opera svolta a favore delle nostre popolazioni colpite dagli eventi sismici”.  “La loro opera – ha sottolineato la presidente – richiede non solo doti umane, grande passione ed abnegazione, ma anche altissima professionalità e specializzazione. E di questo i vigili del fuoco ci hanno dato prova, al di là della loro quotidiana opera, anche in questo anno dove hanno operato, ed ancora operano, in tutta l’area interessata dal terremoto, sia nella fase dell’ emergenza che in quella della messa in sicurezza degli edifici pubblici e privati. Particolarmente importante e impegnativa anche per la messa in sicurezza dei beni culturali e religiosi”. “Sono certa, quindi – ha sottolineato Marini -, di interpretare il sentimento di tutti gli umbri nel rivolgere loro il più sincero sentimento di apprezzamento e gratitudine”.