‘Piccoli crimini coniugali’, in scena al Morlacchi di Perugia

Il testo del drammaturgo francese E. Emmanuel Schmitt nell'allestimento curato da Michele Placido, che ne è anche interprete assieme ad Anna Bonaiuto, per la Stagione dello Stabile dell'Umbria

0
256
Michele Placido ed Anna Bonaiuto, interpreti di 'Piccoli crimini coniugali'

PERUGIA- Piccoli crimini coniugali, la brillante commedia nera di Eric Emmanuel Schmitt arriva da mercoledì 7 a domenica 11 marzo al Teatro Morlacchi di Perugia. Protagonisti,  Michele Placido, che ne cura anche la regia, affiancato da Anna Bonaiuto.

Piccoli crimini coniugali, è un testo che racconta di una coppia, un matrimonio decennale e un incidente, all’apparenza innocuo, che metterà in crisi tutto. Gilles e Lisa, una coppia come tante. Da ormai quindici anni si trovano a vivere un, apparentemente, tranquillo ménage familiare. Lui, scrittore di gialli, in realtà non è un grande fautore della vita a due, convinto che si tratti di un’associazione a delinquere finalizzata alla distruzione del compagno/a.

Lei, moglie fedele, è invece molto innamorata e timorosa di perdere il marito, magari sedotto da una donna più giovane. Un piccolo incidente domestico, in cui Gilles, pur mantenendo intatte le proprie facoltà intellettuali, perde completamente la memoria, diventa la causa scatenante di un sottile e distruttivo gioco al massacro. I tentativi di Lisa di aiutare il compagno a riappropriarsi della sua identità e del loro vissuto comune diventano, un percorso bizzarro, divertente e doloroso, che conferma il sospetto di molti che anche la coppia più affiatata non è che una coppia di estranei. Gilles e Lisa avranno un bel da fare per cancellare l’immagine di sé che ciascuno ha dell’altro, attraverso rivelazioni sorprendenti, scoperte sospettate, ma sempre taciute, rancori, gelosie, fraintendimenti mai chiariti, in una lotta senza esclusioni di colpi, sostenuta, da una grande attrazione fisica che li tiene avvinti.

Piccoli crimini coniugali di Eric Emmanuel Schmitt, tra dialoghi brutalmente ironici e momenti dolorosi, passando attraverso tentativi maldestri di riavvicinamento, è un veloce e dinamico confronto verbale tra i due protagonisti, che si trasforma in un gioco al massacro, una guerra dei sessi in cui i due personaggi dovranno fare i conti con i loro difetti, con la loro distanza. Un sottile, brillante gioco al massacro a due voci inventato dal drammaturgo più amato d’oltralpe, reso efficace da Michele Placido e Anna Bonaiuto (dopo che Sergio Castellitto e Margherita Buy, avevano interpretato la versione cinematografica di Alex Infascelli realizzata lo scorso anno).

Da segnalare, infine, che giovedì 8 marzo, alle 17.30, al Teatro Morlacchi, Michele Placido e Anna Bonaiuto, incontreranno il pubblico del capoluogo umbro assieme ad Alessandro Tinterri, docente di Storia del Teatro e dello Spettacolo e di Storia e Critica del Cinema dell’Università degli Studi di Perugia.

 

 

The following two tabs change content below.