Perugia, trovata una possibile cura per il diabete nei bambini

L'importante risultato scientifico, raggiunto dal gruppo di ricerca dell'ospedale S. Maria della Misericordia, affronta una malattia che colpisce 700 bambini italiani all'anno.

0
149

PERUGIA – Una possibile cura per il diabete autoimmune nei bambini. La bella notizia giunge dal gruppo di ricerca di Farmacologia del Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università degli Studi di Perugia, in particolare ad opera di Ursula Grohmann e Ciriana Orabona, con la collaborazione delle giovani ricercatrici Giada Mondanelli e Maria Teresa Pallotta. Il gruppo ha pubblicato oggi i suoi risultati sulla rivista specialistica internazionale Journal of Clinical Investigation-Insight.

Terapia personalizzata Come sempre accade in questi casi, sarà necessario del tempo prima che gli effetti della ricerca siano operativi, tuttavia la notizia è incoraggiante e dà lustro all’ateneo perugino. In base ai risultati ottenuti, è possibile prevedere una terapia personalizzata ed efficace per una cura definitiva del diabete giovanile, una patologia che in Italia conta circa 700 nuovi casi all’ anno.

Finanziamento Lo studio, realizzato con l’importante contributo della Clinica Pediatrica, diretta dalla Prof.ssa Susanna Esposito, dell’Ospedale S. Maria della Misericordia di Perugia e dagli ospedali Bambino Gesù di Roma, Meyer di Firenze e Necker di Parigi, è stato condotto grazie ad un importante finanziamento europeo ottenuto dalla professoressa Grohmann (European Research Council – Advanced Grant) e al continuo sostegno dell’Associazione Giovani con il Diabete dell’Umbria e Italia.

The following two tabs change content below.