Perugia, è stato siglato l’accordo tra Nestlè e sindacati

Con la firma di questa mattina prende ufficialmente il via il piano sociale per la gestione degli esuberi nella fabbrica di cioccolato di San Sisto, che entro la fine di giugno, entrerà a regime con 613 dipendenti anziché 850

0
180
Operai dello stabilimento di San Sisto

PERUGIA – È stato siglato in Confindustria a Perugia, da Nestlé e dai sindacati, l’accordo che mette la parola fine alla vertenza Perugina. Con la firma di questa mattina prende ufficialmente il via il piano sociale per la gestione degli esuberi nella fabbrica di cioccolato di San Sisto, che entro la fine di giugno, entrerà a regime con 613 dipendenti anziché 850. Alla fine, non si sono resi necessari licenziamenti né proroghe della cassa integrazione straordinaria, in scadenza a giugno: per ognuno dei 364 esuberi dichiarati è stata trovata una soluzione concordata con l’azienda, tra ricollocazioni interne ed esterne, esodi volontari e prepensionamenti. “Nessun trionfalismo, nessun senso di vittoria”, da parte dei sindacati, dopo la firma dell’accordo. Resta tutta aperta, si legge in una nota, la questione relativa al piano industriale e alla strategia rispetto al cioccolato. I sindacati hanno chiesto un incontro all’azienda entro metà giugno, per avere un quadro sulle prospettive di rilancio dello stabilimento.