Perugia, ‘Omni-Bus. Appunti di viaggio sulle strade dell’integrazione’

Il film del regista Federico Menichelli, presentato alla 73esima Mostra del Cinema di Venezia, arriva questo venerdì in anteprima al Teatro Pavone

0
642
Il noto attore Lando Buzzanca, tra i protagonisti di 'Omnibus'

PERUGIA- Non solo un film, ma un vero e proprio progetto di integrazione, che parte dal racconto delle esperienze da parte di attori non professionisti, migranti di varia nazionalità, età e cultura, per arricchirsi, nel suo svolgimento, della partecipazione di volti noti, come Lando Buzzanca, Cathy Marchand, Aurora Cossio e Michele Nani. Questo, è ‘Omni-Bus. Appunti di viaggio sulle strade dell’integrazione’, il film del regista Federico Menichelli, prodotto dalla Società Videocinematografica Studio LumièreAssociazione Culturale Lavori in Corso in collaborazione con la Cooperativa Sociale Frontiera Lavoro, realizzato con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del TurismoDirezione Generale Cinema di Roma – all’interno della I edizione del Bando Nazionale ‘MigrArti’. Girato lo scorso luglio, è frutto della condivisione da parte della produzione di storie vere di alcuni migranti oggi inseriti nel tessuto locale del nostro territorio e provenienti, tra gli altri, da Algeria, Romania, Ucraina e Congo; dopo aver partecipato, in versione ‘short’ (di circa 15 minuti) alla 73esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, lo scorso settembre, in attesa di essere prossimamente distribuito nelle sale italiane, il film arriva questo venerdì 21 aprile in anteprima al Teatro Pavone di Perugia.

La presentazione, si è svolta stamani alla Sala della Vaccara di Palazzo dei Priori, alla presenza, tra gli altri, dello stesso regista, dell’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Perugia Dramane Wagué, e di Gaetano Fiacconi di Frontiera Lavoro.

“Il lavoro che è stato fatto è straordinario, per questo l’appoggio dell’Amministrazione comunale è stato totale poiché l’obiettivo dell’integrazione rappresenta un valore particolarmente importante per noi – ha sottolineato l’assessore Wagué – Per questo siamo disponibili a continuare questo percorso ed a garantire tutto il sostegno che saremo in grado di offrire. Nel film – ha concluso – emerge una comunicazione tra culture ed identità che porta ad un arricchimento sia sociale che individuale”.

“In un periodo di grande crisi della cultura riuscire a raggiungere Venezia con un film principalmente girato da attori non professionisti è straordinario-ha precisato il regista Menichelli-Si è trattato, dunque, di una sfida vinta con conseguente possibilità di crescita per la città di Perugia”.

Il film, nella sua versione integrale (di circa 1 ora), sarà proiettato al Teatro Pavone in tre momenti della giornata, alle ore 11 (riservato principalmente alle scuole), alle 16 e alle 21 , alla presenza anche di Lando Buzzanca e Cathy Marchand. Dati i posti limitati si consiglia di prenotare scrivendo all’indirizzo e-mail studiolumiere@libero.it o con un messaggio WhatsApp al numero 335.5720391.

The following two tabs change content below.