Perugia, la ‘San Paolo’ ad Umbria Radio e La Voce

Una classe della Scuola media statale del capoluogo umbro, in visita ai media ecclesiali regionali tra tecniche giornalistiche, complessi architettonici e opere d’arte

0
522
La III G della 'San Paolo', nel Salone delle Udienze del Vescovado

PERUGIA- E’ stata una mattinata interessante e fruttuosa, quella dello scorso 12 maggio, per più di venti alunni della classe III G della Scuola media statale ‘San Paolo’ di Perugia e per coloro che li hanno ospitati. Accompagnati dagli insegnanti Giuliana Giangiuliani, di tecnologia, e Marco Trenna, di religione, hanno visitato i media ecclesiali umbri le cui redazioni si trovano nei complessi architettonici dell’Arcivescovado e delle Logge della cattedrale di San Lorenzo. E’ stata anche un’occasione per far conoscere a questi studenti gli ambienti di due significativi edifici ultrasecolari del centro storico. Sono state visitate le sale ‘San Francesco’ e del ‘Dottorato’ e il ‘Salone delle Udienze’, dove spesso la Chiesa comunica al suo esterno organizzandoci incontri, convegni e conferenze stampa. Agli alunni sono state presentate brevemente storia e attualità dei mezzi della Comunicazione sociale della Chiesa diocesana ed umbra: La Voce, Umbria Radio, i siti Internet e gli Uffici stampa. Sono state poi illustrate le finalità principali della Comunicazione sociale con un accenno al decreto Inter mirifica, il primo documento del Concilio Vaticano II, e alla prossima Giornata mondiale delle comunicazioni. Non poteva non essere ricordato l’inventore della stampa, Gutenberg di Magonza, e il primo libro stampato della storia: la Bibbia. Dall’era dell’invenzione dei caratteri mobili a quella di Internet il passo è stato breve nelle redazioni di Umbria Radio e de La Voce. Ai sanpaolini è stata spiegata l’evoluzione delle tecniche di trasmissione radio e stampa insieme a quelle per la realizzazione di servizi giornalistici audio-video (Web-Tv) e cartacei utilizzati anche per il sito-quotidiano online www.umbriaoggi.news, l’ultima creatura mediatica ecclesiale la cui presentazione ufficiale ci sarà a breve. Altro aspetto affrontato è stato quello dell’importanza della collaborazione tra i media, un po’ come dovrebbe avvenire in classe, tra compagni, nel fare squadra. La visita per gli alunni della ‘San Paolo’ è andata oltre i tradizionali mezzi della Comunicazione sociale, culminando con l’ammirare un importante capolavoro della pittura rinascimentale, la Pala di Sant’Onofrio di Luca Signorelli esposta nel Museo del Capitolo della cattedrale: anche un’opera d’arte è un mezzo di comunicazione dell’umano. Diverse sono state le domande degli aalunni a testimonianza dell’interesse e gradimento per questa loro uscita didattica. Un’esperienza tra tecniche giornalistiche, complessi architettonici e opere d’arte ritenuta positiva, anche per il suo aspetto interdisciplinare, dai due insegnanti che vorrebbero riproporla il prossimo anno scolastico con la collaborazione dei nostri media.

 

The following two tabs change content below.