PERUGIA – Nei primi novanta giorni del 2018 sono state create in provincia di Perugia 1.105 nuove imprese, il 10% in meno rispetto a un anno fa. Migliore l’andamento delle cessazioni, che percentualmente scendono del 4,7% rispetto al 2017, ma toccano comunque quota 1.529, un numero che supera le aperture di 424 unità. Al 31 marzo, dunque, lo stock di imprese della provincia di Perugia si conferma sopra le 72.000 unità (72.518), in leggera contrazione sul I trimestre 2017: meno 145 imprese, pari a un -0,2%. Sono i primi dati dell’anno dell’Indagine Movimprese, presentati oggi dalla Camera di commercio di Perugia.

Mencaroni “Anche se, tradizionalmente, il primo trimestre di ogni anno, registra una impasse nel consolidamento della base imprenditoriale – commenta Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di commercio – ci preoccupa la contrazione delle nuove aperture, superiore alle attese. È il dato più basso degli ultimi 6 anni. Senza imprese non si riparte e in questo momento corriamo il rischio di perdere il traino di una ripresa che a livello locale è ancora incerta”.

Sistema Il sistema imprenditoriale della provincia di Perugia apre il 2018 con un tasso di crescita negativo di meno 0,58%, un dato peggiore di oltre il doppio rispetto a una media Italia di – 0,25%. Per tasso di crescita imprenditoriale la provincia di Perugia si colloca al 77 posto della graduatoria delle 105 province italiane.

Settori Per tipologia d’azienda, la Ditta individuale resta di gran lunga la più diffusa, il 51,7% dello stock, ma a crescere a buon ritmo – confermando il sorpasso sulle Società di persone – sono le Società di capitale, arrivate a quota 16.950 (+2,6%), il 23,3% del totale. Tra i grandi settori economici solo l’Agricoltura cresce per numero di imprese (+ 1%). Si confermano in calo le Costruzioni (- 1,6%), le Attività Manifatturiere (-1,1) e il Commercio (-1,4%).

Artigianato Ancora in forte difficoltà a livello nazionale e locale. Sono soltanto due le province italiane che nel I trimestre 2018, riescono a produrre un tasso di crescita minimamente positivo, Trieste e Bolzano. In provincia di Perugia le nuove imprese artigiane costituite nel I trimestre ’18 sono soltanto 261, doppiate dalle cessazioni arrivate a 478 unità, con saldo negativo di 217 imprese.