Perugia, Benedetto Lupo celebra Claude Debussy

Il celebre pianista barese in concerto domenica 21 gennaio al Teatro Morlacchi per gli Amici della Musica del capoluogo umbro, con un omaggio al compositore francese a cento anni dalla morte

0
440
Il pianista Benedetto Lupo, protagonista del concerto dedicato a Claude Debussy

PERUGIA- Sarà Benedetto Lupo, uno dei più interessanti pianisti europei, a celebrare l’anniversario dei cento anni dalla morte di Claude Debussy nell’ambito della 72esima Stagione degli Amici della Musica di Perugia. Lo farà, nel concerto in programma questa domenica 21 gennaio, alle ore 17.30, al Teatro Morlacchi in cui eseguirà la serie completa dei tre quaderni di Images (incluso quello riscoperto e pubblicato nel 1976), le composizioni per pianoforte che l’autore francese scrisse tra la fine dell’Ottocento e i primi anni del Novecento. Un vero e proprio viaggio attraverso una preziosa antologia di pagine di raro ascolto, che il padre delle rivoluzioni sonore realizzò a partire da Images oubliées (del 1894) da quella dei due libri di Images (composti tra il 1905 e il 1907), inquadrando altre importanti pagine del 1903 e del 1904 come Estampes, Masques fino alla virtuosistica Isle joyeuse,di delirante ipnotismo sonoro. Partiture descrittive, rappresentazione in musica di stati d’animo intensi, suggeriti sia da dipinti che da sentimenti vissuti in prima persona, in cui Debussy raggiunse i vertici della propria capacità di evocazione simbolista.

Un concerto, che vuole essere una profonda riflessione sulle novità sonore e ritmiche introdotte dal musicista francese, che ancora oggi sono fonte di grande ispirazione. Ad eseguirlo, come dicevamo, Benedetto Lupo, considerato dalla critica internazionale come uno dei talenti più interessanti e completi della sua generazione. Dopo aver debuttato a tredici anni con il Primo Concerto di Beethoven,si è imposto all’attenzione del mondo musicale con l’affermazione nel 1989 (primo italiano) al prestigioso Concorso Internazionale Van Cliburn che lo ha portato ad esibirsi con le più importanti orchestre americane ed europee: a New York, Parigi, Londra, Berlino, Bruxelles, Istanbul, Bucarest, Copenaghen; così come nei più importanti teatri italiani, dalla Scala di Milano al Massimo di Palermo e delle maggiori istituzioni concertistiche nazionali, tra cui l’Accademia di Santa Cecilia di Roma e l’Orchestra Nazionale della RAI. Pianista dal vasto repertorio, che spazia dal classico (Mozart e Beethoven) al romantico (Schumann, Chopin e Brahms), fino al contemporaneo, che gli ha permesso di realizzare numerose incisioni discografiche per le etichette  ELDEC, BMG, VAI, NUOVA ERA ed ARTS. Benedetto Lupo ha al suo attivo anche un’importante attività cameristica e didattica. Dall’anno accademico 2013-2014, è titolare della cattedra di pianoforte all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma.

The following two tabs change content below.