FIRENZE –  Il gup di Firenze Alessandro Moneti ha condannato a 12 anni di reclusione, con rito abbreviato, Roberto Ferracci, 53 anni, l’albergatore di Spello che il 25 settembre scorso assalì, accoltellandoli, due magistrati del tribunale di Perugia. Ferracci era imputato di tentato omicidio. Il pm Leopoldo De Gregorio aveva chiesto 15 anni. Secondo quanto ricostruito dall’ accusa, Ferracci, attualmente detenuto nel carcere di Perugia, si introdusse armato di due coltelli negli uffici del tribunale civile di Perugia, e ferì due magistrati della sezione fallimentare e anche un impiegato, poi venne arrestato dalla polizia. Secondo quanto ricostruito, avrebbe agito a seguito dell’ esito sfavorevole di una controversia aperta da una società di famiglia con una banca, ritenendone responsabile la giudice Francesca Altrui che raggiunse nel suo ufficio e accoltellò alle spalle. In soccorso della donna arrivò poi un collega, Umberto Rana, raggiunto a sua volta da una coltellata al petto.