Evoca ‘zio Adolf’, assessore si dimette dopo le polemiche

Il sindaco Germani ha parlato di "una frase grave, che va stigmatizzata in modo netto"

0
65
Il Comune di Orvieto

ORVIETO – Ha rimesso al sindaco di Orvieto le sue deleghe l’assessore comunale, Massimo Gnagnarini, che rispondendo sul proprio profilo Facebook ad un cittadino che gli chiedeva rimedi al fenomeno della presenza di donne nomadi nei pressi della stazione ferroviaria aveva scritto: “C’aveva provato anche zio Adolf a prendere qualche rimedio, politicamente scorrettissimo, ma non gli è riuscito neanche a lui”. Lo ha annunciato lo stesso sindaco, Giuseppe Germani, Pd, attraverso una nota diffusa dal Comune. Il sindaco ha parlato di “una frase grave, che va stigmatizzata in modo netto”. “Tuttavia, conoscendo personalmente l’assessore – ha aggiunto -, sono certo che non appartenga al suo bagaglio culturale, morale e politico”. Nella lettera a Germani, Gnagnarini ha spiegato di “volere sollevare l’amministrazione da ogni conseguenza o imbarazzo”. “Circa i miei sentimenti autentici verso gli orrori del nazismo – ha aggiunto – sono la mia storia personale e politica a far fede”.

The following two tabs change content below.