Nella giunta comunale di Assisi entra l’architetto Italo Rota

L'architetto è alla seconda esperienza amministrativa: nel 1995 fu assessore alla Qualità urbana del Comune di Milano la stagione che vide sindaco della capitale morale d'Italia il leghista (poi ex) Marco Formentini.

0
240
La nuova giunta presentata oggi

ASSISI – Nella giunta comunale di Assisi entra l’architetto Italo Rota. New entry di peso all’interno del governo della città di San Francesco. Nella giornata di giovedì, la sindaca Proietti ha annunciato la nomina dell’architetto di fama internazionale Italo Rota come assessore della giunta da lei guidata. Rota, fa sapere la prima cittadina in una nota, entrerà in giunta come tecnico. Quella assisiate, sarà la seconda esperienza amministrativa per l’architetto, che nel 1995 fu assessore alla Qualità urbana del Comune di Milano la stagione che vide sindaco della capitale morale d’Italia il leghista (poi ex) Marco Formentini.

Biografia  Nato a Milano nel 1953, si laurea in architettura al Politecnico di Milano nel 1982, ma prima di quella data la sua formazione è avvenuta presso gli studi di Franco Albini e Vittorio Gregotti. Con l’architetto Pierluigi Nicolin dal 1976 al 1981 partecipa alla realizzazione della rivista Lotus International. All’inizio degli anni ottanta si trasferisce a Parigi, per il progetto dell’allestimento museale del Musée d’Orsay, vinto con Gae Aulenti. Negli anni parigini, Rota durante quegli anni lavora soprattutto con il regista Bernard Sobel. Nel 1988 per l’Hécube. Negli anni novanta ritorna in Italia in Italia. Per lo stilista Roberto Cavalli realizza, oltre a boutique e club sparsi per il globo, anche una villa sulle colline fiorentine.

La nota L’architetto Italo Rota entra in Giunta comunale ad Assisi in qualità di assessore tecnico esterno. A lui la delega alla Forma e Rigenerazione sostenibile della Città, del Sistema Ecoculturale e del Paesaggio. A poco più di un anno dalla composizione della Giunta Comunale di Assisi guidata dal Sindaco Stefania Proietti ecco arrivare un primo e significativo innesto con l’ingresso di uno dei più grandi ed affermati architetti del panorama nazionale ed internazionale: Italo Rota. L’ingresso di Italo Rota, condiviso da tutte le forze politiche di maggioranza che sostengono la Giunta Proietti, consente anche una redistribuzione delle deleghe all’interno della stessa Giunta comunale. Il Sociale e la Scuola passano quindi all’ Assessore Simone Pettirossi mentre sarà il Vice Sindaco Valter Stoppini ad assumere le deleghe relative ai Servizi Demografici e Toponomastica. Rimangono invece invariate le deleghe già precedentemente attribuite agli Assessori Veronica Cavallucci ed Eugenio Guarducci. “Sarà fondamentale – afferma l’Assessore Italo Rota – un coinvolgimento dei cittadini come competenti delle diverse forme dell’abitare di Assisi: la città alta, la città bassa e quella nuova, i suoi borghi e le sue montagne, le sue zone industriali… Una città millenaria in cerca di un futuro per il suo passato. La nuova forma della città è legata al lavoro. Senza lavoro non può esserci rinnovamento della città”. L’Assessore Rota ha iniziato ad effettuare i primi sopralluoghi nelle aree più critiche e sensibili del territorio. Al termine della conferenza il sindaco Proietti ha ringraziato l’assessore dimissionario Claudia Travicelli, “che ha lavorato in questo primo anno della nostra Amministrazione con dedizione per il bene della Città di Assisi”.