Narni, un viaggio virtuale nel tempo

Una ricostruzione per comprendere le varie fasi storiche che hanno interessato la chiesa ipogea scoperta nel 1979. Un progetto realizzato dalla Mymax Edutainment

0
606
L'interno della chiesa ipogea scoperta nel 1979

NARNI- Verrà ufficialmente inaugurata il prossimo martedì 11 luglio, Narni Sotterranea la ricostruzione virtuale per comprendere le varie fasi storiche che hanno interessato la chiesa ipogea scoperta nel 1979, restaurata in gran parte grazie ai proventi delle visite guidate ed a contributi pubblici e privati.

L’occasione si è presentata nel luglio dello scorso anno, quando Luis Apperti, industriale messicano, rimase piacevolmente colpito dal luogo ipogeo e promise un aiuto per realizzare il progetto. Poco tempo dopo la promessa si concretizzò dando il via alla creazione del prodotto visivo grazie alla Mymax Edutainment , una società di produzione indipendente, (che da circa 20 anni produce documentari storici e scientifici per il mercato televisivo nazionale e internazionale) specializzata in effetti speciali e computer grafica animata.

Attraverso questo progetto, è stata anche restaurata una parete affrescata della chiesa grazie ai biglietti del 2016, lavoro svolto dal restauratore Mauro Masci e dalla ditta Cascioli di Narni, in collaborazione con il Comune di Narni e la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria. Contemporaneamente, grazie ad una raccolta fondi, è stato completato il pavimento vetrato con i sottostanti effetti luce creati da Francesco Nini per far risaltare i recenti ritrovamenti archeologici, portati alla vista del pubblico da un nutrito gruppo di volontari.

La realizzazione della ricostruzione virtuale della chiesa ipogea di Narni Sotterranea si inserisce nel filone di attività della società che riguarda appunto, le ricostruzioni virtuali di edifici del mondo antico, un importante filone di produzione dell’azienda nella collaborazione con enti del mondo dei beni culturali. A questa produzione stanno lavorando Luigi Cammuca, esperto di attività informatiche applicate alla realizzazione di effetti speciali per il cinema e l’audiovisivo, e Micaela Della Siria, montatrice video e operatrice specializzata Motion Graphics. I rilievi sono frutto della collaborazione con Valentina Rosatelli dell’ufficio tecnico comunale. La ricostruzione dei dipinti è stata possibile grazie all’artista Julia Tarciniu Balan di Venezia.

 

The following two tabs change content below.