Lago Trasimeno, la Polvese riabbraccia il monastero di San Secondo

L'edificio, completamente rinnovato, ora ospiterà un centro di ricerca sulla qualità ambientale

0
369

MAGIONE – L’isola Polvese, la più grande tra le isole del lago Trasimeno, riabbraccia uno dei suoi edifici simbolo: è il monastero di San Secondo (ex convento degli Olivetani), che è stato completamente ristrutturato e inaugurato stamattina. “Siamo di fronte allo straordinario recupero di un immobile prestigioso che ha visto i tecnici della Provincia impegnati con grande professionalità per lunghi anni”. Parole del presidente della Provincia di Perugia, Nando Mismetti. L’edificio – spiega una nota dell’ente – è stato recuperato secondo modalità ecocompatibili, ed è completamente autonomo dal punto di vista energetico grazie a un moderno impianto fotovoltaico. Il costo complessivo dell’opera è intorno ai due milioni e mezzo di euro. La presenza del Monastero alla Polvese risale agli inizi dell’anno 1000 e dagli anni ‘70 è di proprietà della Provincia e ora diventerà un centro di ricerca sulla qualità ambientale.