Dal Pd arriva il sostegno al sindaco di Terni Di Girolamo

La decisione dei vertici regionali e provinciali: "E' evidente che ogni atto diverso dal ricorso, comprese le dimissioni immediate del sindaco con la mancata approvazione del piano di riequilibrio, produrrebbe effetti nefasti per la città, tra cui l'aumento al massimo della tassazione, la riduzione del 10 per cento dei servizi, l'impossibilità di contrarre nuovi mutui"

0
119
La sede del Pd di Terni

TERNI – “Pieno sostegno” al sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo, sulla presentazione del ricorso contro la bocciatura della Corte dei conti del piano di riequilibrio finanziario dell’amministrazione comunale arriva da parlamentari, assessori e consiglieri regionali, capigruppo e segretari provinciali e comunali del Pd ternano, convocati dalla direzione regionale. “Quanto emerso dalla riflessione – spiegano il segretario regionale Giacomo Leonelli e quelli provinciale e comunale del Pd, Carlo Emanuele Trappolino e Jonathan Monti – non fa che ribadire quello sempre sottolineato rispetto alla necessità di mettere al primo posto gli interessi delle istituzioni, della citta” e dei cittadini. E’ evidente che ogni atto diverso dal ricorso, comprese le dimissioni immediate del sindaco con la mancata approvazione del piano di riequilibrio, produrrebbe effetti nefasti per la città, tra cui l’aumento al massimo della tassazione, la riduzione del 10 per cento dei servizi, l’impossibilità di contrarre nuovi mutui”.