Sisma, dai Consigli regionali 200mila euro per le zone umbre

Presentati oggi a Roma i dieci lavori finanziati dalla raccolta fondi per le quattro regioni terremotate. La presidente Porzi: "Progetti chiari per far fronte a esigenze concrete"

0
24
Dai Consigli regionali 200mila euro per le zone umbre colpite dal sisma. “Progetti chiari per far fronte ad esigenze concrete che possano dare un sollievo alle zone colpite dal sisma del 24 agosto e del 30 ottobre 2016, dando un sostegno fattivo alle popolazioni terremotate”.
Castelluccio di Norcia subito dopo il sisma

PERUGIA – Dai Consigli regionali 200mila euro per le zone umbre colpite dal sisma. “Progetti chiari per far fronte ad esigenze concrete che possano dare un sollievo alle zone colpite dal sisma del 24 agosto e del 30 ottobre 2016, dando un sostegno fattivo alle popolazioni terremotate”. Così la presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, Donatella Porzi che stamani a Roma ha partecipato alla presentazione dei dieci progetti finanziati dalla raccolta fondi delle Assemblee legislative regionali per le quattro regioni terremotate e che vede assegnati all’Umbria oltre 200mila euro.

Porzi “La scelta di quali iniziative finanziare – spiega la presidente Porzi – è stata fatta di concerto con le amministrazioni locali ed è stata effettuata attraverso l’individuazione delle esigenze prima e poi e delle modalità attraverso cui intervenire. Il primo progetto scelto riguarda il rifacimento del pavimento stradale in località Sant’Agostino di Cascia, per facilitare l’accesso alla struttura di proprietà del Monastero dove son stati trasferiti i malati dell’ospedale, in quanto la strada presenta forti pendii e necessita di una adeguata sistemazione. Si procederà poi all’adeguamento energetico della sede del Centro operativo comunale, rendendo agibili gli uffici recentemente trasferiti in uno stabile di Piazza Dante e che adesso presentano una elevata dispersione termica. Si restaurerà inoltre una importante parte del patrimonio archivistico del Comune di Norcia, attualmente trasferito alla Sezione di Spoleto dell’Archivio di Stato. Previsto anche un intervento su 12 antichi registri catastali, 10 registri delle comunità soggette a Norcia e 24 volumi che conservano i verbali dei consigli comunali”.

Prevenzione “Ma abbiamo voluto pensare anche alla prevenzione – prosegue la presidente Porzi – va in questa direzione la realizzazione di una struttura di 650 metri quadrati ad Ancarano di Norcia. Si tratta di una realtà che ospiterà attività socio ricreative, ma assicurerà uno spazio in caso di emergenza. L’ultimo progetto sarà a Preci, dove sarà realizzato un centro di prima assistenza per offrire alla comunità la sicurezza di strutture idonee all’accoglienza nei casi di emergenza, bypassando il costoso e dispersivo intervento emergenziale. Il centro sarà però anche utilizzato per la vita sociale e culturale del paese”.

Solidarietà “L’iniziativa delle Assemblee legislative – conclude la presidente Porzi – che hanno raccolto più di un milione di euro e che ringrazio sentitamente, è una dimostrazione di grande solidarietà e generosità, che testimonia come l’Umbria e le altre regioni colpite dal sisma non siano mai state sole nell’affrontare l’emergenza”.