Città di Castello, giovane colpita da meningite. L’Usl: “No epidemie”

La ragazza (14 anni) si trova, dal 6 giugno, nel reparto di Pediatria dove ha iniziato la terapia e risulta in "lieve miglioramento clinico"

0
82
L'ospedale di Città di Castello

CITTÀ DI CASTELLO Una ragazza di 14 anni è stata ricoverata all’ospedale di Città di Castello per una meningite da meningococco, di sierogruppo non ancora definito. Lo ha reso noto l’Usl Umbria 1. La ragazza si trova, dal 6 giugno, nel reparto di Pediatria dove ha iniziato la terapia e risulta in “lieve miglioramento clinico”. La Direzione medica ospedaliera – si legge nella nota dell’Usl – ha immediatamente avviato la profilassi tra gli operatori esposti e per i conviventi della paziente. Il Servizio di Igiene e sanità pubblica ha inoltre provveduto “rapidamente” alla profilassi antibiotica dei contatti più stretti, 21 compagni di classe e gli insegnanti. Tutte le altre persone venute potenzialmente in contatto con l’adolescente, sono state allertate e verranno messe in profilassi entro le 48 ore dalla diagnosi, come previsto in questi casi. La Usl ha sottolineato che “non sussistono rischi di epidemie tra la popolazione”.