Chiude a Foligno la mostra ‘Manufatto in situ’

Un seminario e la presentazione del catalogo, sono gli eventi finali per il percorso documentario allestito presso il CIAC Centro Italiano Arte Contemporanea, fino a domenica 7 gennaio

0
227
L'interno della mostra 'Manufatto in situ'

FOLIGNO- C’è ancora tempo per visitare Manufatto in situ 10 paesaggi, la mostra che documenta i passaggi storici dell’arte ambientale in Umbria e non solo. Allestita fino a domenica 7 gennaio presso gli spazi espositivi del CIAC Centro Italiano Arte Contemporanea, è curata da Viandustriae l’associazione che ha operato per dieci anni in vari contesti a partire dal Parco dell’Arte in Cancelli (nella Val Menotre, a Foligno città e zona industriale), a Perugia con gli Orti di San Pietro, al Museo di Storia Naturale di Casalina, all’ Isola Maggiore del lago Trasimeno con un laboratorio dedicato al paesaggio, un programma di intervento e ricerca su arte, architettura e natura.

Manufatto in situ, è, quindi, una residenza d’artista che propone un percorso, attraverso dieci tavoli tematici (architettura ad arte, sculture in città, spazio dell’immagine, paesaggio responsabile, paesaggio nomade, paesaggio domestico, difesa della natura, paesaggio politico, paesaggio sonoro, post-paesaggio) che presentano le tracce di circa cento artisti. Una vasta documentazione, costituita da opere e documenti rari, che descrive, come dice lo stesso titolo, dieci paesaggi umbri, territori di esperienze estetiche storiche (dagli anni ’60 ad oggi) di sperimentazione di arte ambientale in relazione con dieci paesaggi paralleli italiani.

A fare da snodo centrale a Manufatto in situ, La bottega di Sol vero e proprio laboratorio delle “forme complesse” che testimonia il rapporto forte ed integrato che l’artista americano Sol Lewitt aveva con il territorio umbro sia in termine visuale-morfologico che costruttivo.

La mostra, inaugurata nello scorso settembre, che è stata affiancata da eventi di approfondimento e performance, prima della chiusura propone un seminario dal titolo Architettura verso Arte / Arte verso Architettura, in programma nel pomeriggio di venerdì 5 gennaio alle ore 16 presso l’ex Chiesa della Santissima Trinità in Annunziata a Foligno.

Tra gli interventi previsti, quelli del curatore Emanuele De Donno di Viandustriae, del direttore dell’Accademia di Belle Arti di Perugia Paolo Belardi, e del direttore artistico del Ciac di Foligno Italo Tomassoni. Con l’occasione, viene presentato il catalogo edito da Viaindustriae publishing, approfondimento sui rapporti tra arte, architettura e natura nel territorio umbro con relazioni con le più importanti esperienze in Italia ed all’estero.

The following two tabs change content below.