Antiche tradizioni alla ribalta, ne ‘Il Settembre della Rete’

Dal 10 al 17 settembre, al via il progetto organizzato dal Gal Trasimeno-Orvietano in collaborazione con i Comuni di Magione, Tuoro sul Trasimeno e Panicale, dedicato al merletto e al ricamo

0
368
I merletti e i ricami del Trasimeno, protagonisti de 'Il Settembre della Rete'

PANICALE (PG)- Rete come sinonimo d’intreccio. Intrecci di vario tipo, da quelli legati al filo e alle antiche tradizioni del merletto e del ricamo a quelli delle relazioni internazionali (che tendono a lanciare sui mercati europei ed extraeuropei questa tradizione rinnovata), da quelli delle bellezze naturalistiche, ambientali e culturali, a quelli legati ad un’economia che vuole far conoscere il Trasimeno e le sue eccellenze in Europa e nel mondo. Sono questi principali obiettivi del progetto Il Settembre della rete, che il Gal Trasimeno-Orvietano in collaborazione con i Comuni di Magione, Tuoro sul Trasimeno e Panicale svilupperà dal 10 al 17 settembre.

Alla base di tutto, la presenza d’importanti delegazioni straniere provenienti dall’Europa e non solo (in particolare dall’Irlanda, dalle Isole Canarie, dal Portogallo, e dalla Russia, regione della YaKutia), da località legate alle tradizioni del merletto e del ricamo, che parteciperanno alle varie iniziative.

Il Settembre della rete, prenderà avvio domenica 10 da Isola Maggiore con una giornata interamente dedicata all’antica tradizione del Pizzo d’Irlanda, che la Marchesa Guglielmi importò da quel lontano paese agli inizi del secolo scorso. Mostre, iniziative ricreative tradizionali, e soprattutto un convegno dedicato alla Via Europea del Merletto e del Ricamo; un progetto di cooperazione internazionale tra i Gal Europei, che tende ad essere occasione di promozione dei territori e dell’artigianato di qualità. Il tutto, allietato da musiche e spettacoli tipici umbri ed irlandesi.

Giovedì 14 settembre, Il Settembre della rete farà tappa a San Feliciano, presso il Museo della Pesca, per una tavola rotonda con istituzioni, delegazioni straniere, università, istituti d’arte e di moda e imprenditori, al fine di lanciare l’internazionalizzazione delle imprese. Occasione, questa, per far conoscere agli ospiti presenti il Filet di San Feliciano, la pesca tradizionale al Trasimeno e le sue eccellenze culinarie.

Infine, a chiudere Il Settembre della rete, sarà dal 15 al 17 settembre a Panicale la mostra internazionale del merletto e del ricamo Fili in Trama. L’iniziativa, giunta alla sua V edizione, presenterà quest’anno 78 espositori provenienti da tutte le regioni d’Italia e da ben sei paesi europei; oltre alle quattro delegazioni dei Gal ospitate nel corso della settimana (di Irlanda, Russia, Portogallo e Isole Canarie) anche Francia e Germania. Un ricco programma di eventi, che nella tre giorni presenterà anche l’importante convegno dal titolo Fili per la rinascita: da Campotosto a Castelluccio, e la mostra personale degli artisti Mauro Ottaviani e Alfredo Raponi Dove la bellezza è…, curata da Luciano Lepri.

Testimonial d’eccezione de Il Settembre della Rete (progetto realizzato con il patrocinio dell’Ambasciata d’Irlanda, della Provincia di Perugia e del Touring Club Italiano), sarà lo stilista Santo Versace, rimasto colpito ed affascinato dai ricami, dai pizzi e merletti tipici dei paesi attorno al lago Trasimeno.

 

 

The following two tabs change content below.