Alessandro Carbonare alla Sala dei Notari di Perugia

Il primo clarinetto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, in trio con Perla Cormani e Luca Cipriano, questa domenica in concerto per gli Amici della Musica del capoluogo umbro

0
524
Alessandro Carbonare in Trio con Perla Cormani e Luca Cipriano

PERUGIA- Alessandro Carbonare, in trio assieme a Perla Cormani e Luca Cipriano, sarà il protagonista assoluto del sesto appuntamento della 72esima Stagione degli Amici della Musica di Perugia. Il concerto, in programma questa domenica 17 dicembre alle 20.30 alla Sala dei Notari di Palazzo dei Priori, vedrà il celebre primo clarinetto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia esibirsi in un programma divertente e creativo che spazierà tra classicità, Novecento, jazz e folklore. Una rara occasione anche per poter conoscere la voce tenorile del corno di bassetto, parente stretto del clarinetto, strumento che alla fine del Settecento ricevette l’attenzione di Wolfgang Amadeus Mozart; questo, è quanto si ascolterà ad inizio serata con il Divertimento in si bemolle maggiore K. 438/1. Completeranno il programma, altri brani che vedranno varie combinazioni tra il clarinetto e il corno di bassetto, come la Sonata per due clarinetti di Francis Poulenc (composizione scritta dall’autore francese nel 1918, che segno il suo debutto nella musica da camera) e la Jazz Suite del pianista e compositore italoamericano Chick Corea (una delle personalità tra le più creative della musica afroamericana di questi ultimi cinquant’anni), arrangiata da Luca Cipriano. A chiudere il concerto, i Brazilian tales di Egberto Gismonti ed Hermeto Pascoal (basati su trascinanti motivi samba e bossa nova) e una vorticosa e danzante Klezmer Suite dedicata, invece, alle sonorità tipiche della tradizioni mitteleuropee delle comunità ebraiche, che proprio nel clarinetto trova una delle sue espressioni caratteristiche.

Un programma, quindi, ricco di spunti e suggestioni che verrà proposto con disinvoltura da versatili solisti abituati a spaziare in un repertorio molto eclettico.

A guidare la formazione  Alessandro Carbonare, che dal 2003 è primo clarinetto nell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma. La sua carriera ne fa uno dei massimi interpreti italiani del proprio strumento: sul suo curriculum ci sono lunghe collaborazioni in Francia e Germania, oltre al ruolo di primo clarinetto nell’Orchestra del Festival di Lucerna e nell’Orchestra Mozart su invito personale di Claudio Abbado. Per l’etichetta discografica Decca ha registrato il cd  The art of the Clarinet mentre Deutsche Grammophon ha pubblicato di recente il Concerto K. 622 registrato insieme a Claudio Abbado e all’Orchestra Mozart.

Da sempre attratto non solo dalla musica classica, Alessandro Carbonare si è esibito con jazzisti del calibro di Enrico Pieranunzi (con il quale da alcuni anni suona spesso in Duo), Paquito D’Riveira, Stefano Bollani, Michel Portal e Luis Sclavis.

Dal Conservatorio di Santa Cecilia a Roma arrivano anche gli altri due protagonisti del concerto di questa domenica alla Sala dei Notari. Luca Cipriano è docente presso la scuola romana, oltre a suonare nella Roma Sinfonietta e a frequentare spesso e volentieri il jazz, anzitutto in duo con il pianista Lucio Perotti. Perla Cormani, invece, è molto attiva tra diverse formazioni orchestrali e con il quartetto di clarinetti Cluster Four, con cui è stata vincitrice di numerosi concorsi nazionali e internazionali.

 

 

 

 

The following two tabs change content below.