Musica ed eventi: al via da San Gemini, la 72esima Sagra Musicale Umbra

All'Abbazia di San Nicolò, va in scena il primo di venticinque appuntamenti in undici diversi luoghi, dall'8 al 17 settembre, organizzati anche quest’anno dalla Fondazione Perugia Musica Classica

0
351
Il Signum Saxophone Quartet, protagonista assieme all’attore Mario Monopoli e l’Ensemble Vocale Libercantus, dell'apertura della 72esima Sagra Musicale Umbra

SAN GEMINI (TR)- Con un originale progetto, in prima esecuzione assoluta, che celebra il 500esimo anniversario della Riforma Luterana (1517-2017), prende avvio questa sera alle ore 21.00 dall’Abbazia di San Nicolò a San Gemini, la 72esima Sagra Musicale Umbra. E’ questo, il primo di venticinque appuntamenti in undici diversi luoghi, dall’8 al 17 settembre, organizzati anche quest’anno dalla Fondazione Perugia Musica Classica; un interessante percorso, tra PerugiaMontefalco, Sant’EgidioPanicaleCastel RigoneAcquaspartaTreviTorgianoAssisi, ispirato al tema della fratellanza attraverso il titolo FRATRES. La Musica unisce ciò che la Storia ha diviso.

“L’anno scorso, su questa terra, dove da oltre settant’anni si svolge questo nostro Festival, si è aperta una ferita, quella provocata da un terribile sisma; l’edizione 2017, non poteva non tener conto di quella lacerazione e dell’immenso disagio da essa prodotto -spiega Alberto Batisti, Direttore artistico della Sagra Musicale Umbra– per questo uno dei motivi che ci ha spinto a intitolare il percorso con la parola Fratres. Prendendo spunto dall’omonima celebre composizione di Arvo Pärt, il massimo interprete della spiritualità musicale contemporanea, il tema della fratellanza è stimolato anche dalla ricorrenza del Quinto Centenario della Riforma Protestante di Martin Lutero. Per questo, la Sagra Musicale Umbra intende sottolineare in questa edizione, la comune appartenenza alla fonte del Vangelo, mettendo a confronto l’espressione della fede tradotta in musica in quei due mondi così lungamente contrapposti e infine riconciliati, proprio nel mai interrotto dialogo dell’arte musicale. Senza i viaggi di studio dei compositori nordici nella Venezia di Monteverdi e nella Roma di Frescobaldi, il percorso della musica sacra non avrebbe potuto approdare a Bach. Senza la sua sintesi suprema- conclude- tutta la musica moderna, cattolica o protestante, sacra o profana, non avrebbe mai potuto raggiungere i vertici del Classicismo, del Romanticismo e delle avanguardie del Novecento“.

E, proprio per celebrare questo centenario, la Sagra Musicale Umbra viene inaugurata da un progetto musicale creato e diretto da Daniel Finkernagel, con la partecipazione del Signum Saxophone Quartet, dell’attore Mario Monopoli e dell’Ensemble Vocale Libercantus, diretta da Vladimiro Vagnetti; una selezione dei più famosi salmi, inni e tesi, scritti dal padre della Riforma, presentati in forma di concerto-spettacolo dove la sinergia di musica, parole e spazi porranno il pubblico in contatto con questo Maestro del passato. Così come, il giorno successivo, sabato 9 settembre, al Teatro Morlacchi di Perugia l’Orchestra della NDR di Amburgo (denominata Elbphilharmonie) diretta da Juraj Valčuha, proporrà un programma comprendente, la Sinfonia n. 5 della Riforma di Felix Mendelssohn e due poemi sinfonici di Richard Strauss, Don Juan e Morte e Trasfigurazione. Il concerto di chiusura, invece, si svolgerà domenica 17 settembre  nella Basilica Superiore di San Francesco in Assisi assieme all‘Estonian Philharmonic Chamber Choir e all’Orchestra da Camera di Perugia, dirette da Filippo Maria Bressan, che eseguiranno il Magnificat di Johann Sebastian Bach e la Berliner Messe di Arvo Pärt. La rassegna, nel corso dei dieci giorni,  proporrà altri appuntamenti con la musica sacra, sinfonica, da camera e ai recital, facendo tappa anche a Norcia sabato 16 settembre: una testimonianza di solidarietà fraterna alle popolazioni  colpite dal sisma, con un concerto in cui verrà eseguita la Sunrise Mass (messa del sorgere del sole), per coro e orchestra d’archi del compositore contemporaneo norvegese Ola Gjeilo. Uno degli ultimi lavori di uno fra i più autorevoli compositori di musica corale d’ispirazione spirituale, verrà proposto dalle voci del Coro Giovanile dell’Umbria, dal Coro Canticum Novum e dall’Orchestra da Camera di Perugia, diretti da Fabio Ciofini, in una produzione originale realizzata in collaborazione tra la Sagra Musicale Umbra e la Fondazione Brunello e Federica Cucinelli di Solomeo (in prima linea nell’impegno di ricostruzione della Basilica di Norcia).

Come non mancheranno, anche in questa edizione, gli appuntamenti ormai tradizionali di Musica della speranza, indirizzati a coloro che sono impossibilitati a muoversi, nel Complesso Penitenziario femminile di Capanne e presso le Opere Pie Donini di Perugia, proposti dall’Ensemble di Fiati dell’Orchestra da Camera di Perugia; come pure, dopo il successo riscontrato nella passata edizione, i Concerti di mezzodì negli spazi di Palazzo della Penna, vetrina speciale dedicata ai giovani talenti della musica umbra e italiana, articolata in cinque concerti, da lunedì 11 a venerdì 15 settembre.

The following two tabs change content below.