Ad Umbria Jazz arriva l’Utopia Americana di David Byrne

Il poliedrico artista (musicista,produttore,regista,fotografo) fondatore dei 'Talking Heads' , protagonista del primo degli eventi previsti nell'ultimo fine settimana della kermesse

0
219
David Byrne in uno dei concerti del tour mondiale 'American Utopia'

PERUGIA- Il talento multiforme ed in continua evoluzione di David Byrne, sul palco dell’Arena Santa Giuliana per quello che si preannuncia, senz’altro, un concerto indimenticabile. Il poliedrico artista statunitense (musicista,produttore,regista,fotografo) fondatore dei Talking Heads,vincitore di numerosi premi e riconoscimenti (tra i quali un Oscar nel 1988 per la migliore colonna sonora (per L’Ultimo Imperatore, di Bernardo Bertolucci scritta con Ryuichi Sakamoto), sarà il protagonista del primo degli eventi previsti nell’ultimo fine settimana di Umbria Jazz, in programma questa sera alle ore 21.

E’ questa, una delle tappe del suo tour mondiale American Utopia dal nome del suo ultimo lavoro discografico uscito alla fine dello scorso inverno realizzato assieme a Brian Eno, autore di tutte le canzoni al fianco di David Byrne. Un album, che arriva dopo ben 14 anni dall’ultimo lavoro solista, che non si distacca dai suoi lavori precedenti: l’inconfondibile timbro di David Byrne è sostenuto da un fitto intreccio di funk, world music e melodie rock. I testi delle canzoni, descrivono la realtà americana contemporanea e sono sostenuti da uno sguardo distaccato, spesso critico o ironico. Si registrano i desideri frustrati, le paure e le aspirazioni di una società in cerca di un’utopia possibile anche se non definita –ben decisi a non soccombere alla disperazione o al nichilismo– come spiega lo stesso David Byrne.

All’Arena Santa Giuliana di Perugia, il pubblico assisterà ad uno spettacolo ambizioso, totalmente coreografato, in cui ognuno dei musicisti ha una precisa funzione e movimenti prestabiliti,  per uno show che ha suscitato l’entusiasmo dei critici di tutto il Mondo.

Da segnalare, che sempre questa sera arriveranno nel capoluogo umbro, esibendosi sul palco di Piazza IV Novembre per gli appuntamenti Round Midnight i brasiliani Os Mutantes, band protagonista del Tropicalismo corrente di pensiero, di cultura, di arte fondata nella seconda metà degli anni 60 da artisti quali Caetano Veloso, Gilberto Gil, Gal Costa. Dopo un lunghissimo silenzio, sono riapparsi con il nuovo millennio su iniziativa di uno dei fondatori, Sergio Dias, con un look musicale diverso ma fedele allo spirito originale che si  può riassumere nel titolo della antologia, pubblicata dalla Luaka Bop l’etichetta dedicata alla world music creata da David Byrne, Everything is possible.

 

 

 

The following two tabs change content below.