Perugia accoglie il premio Nobel per la chimica 2016 Jean Pierre Sauvage

Appuntamento venerdì alle 16,30 a Palazzo dei Priori per la Lectio Magistralis

0
97
Jean Pierre Sauvage

PERUGIA – Arriverà a Perugia, venerdì 4 maggio, Jean Pierre Sauvage vincitore del premio Nobel per la chimica 2016 per un incontro pubblico organizzato dal Museo della Scienza Post  realizzato in collaborazione con il Comune e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. 

Lectio Magistralis Saranno il Sindaco Andrea Romizi e il Presidente della Fondazione Post Luca Gammaitoni ad introdurre la Lectio Magistralis del premio Nobel, che si terrà alle 16.30 a Palazzo dei Priori con ingresso libero e gratuito. Nel suo incontro pubblico Sauvage racconterà gli strepitosi risultati ottenuti grazie alle sue ricerche e alle sue intuizioni sulle macchine molecolari, strutture fatte da molecole che possono essere messe in movimento e che sono alla base di importanti future applicazioni tecnologiche. Un’altro importante appuntamento riguarderà Sauvage che alle 15 sarà al Post per incontrare da vicino i sostenitori del Museo della Scienza di Perugia. Un tu per tu con il premio Nobel che il museo vuole regalare a tutti coloro che credono nel valore di questa struttura e che con il loro sostegno contribuiscono a renderla sempre di più un punto di riferimento nel territorio regionale e non solo. Maggiori informazioni su come sottoscrivere la card del Post e avere l’occasione di ‘dialogare’ con il Nobel a stretto contatto si possono trovare sul sito del Post oppure telefonando alla segreteria del museo al numero 075.5736501.

Il progetto  L’incontro fa parte  del progetto ‘Guardare lontano: sulle spalle del Nobel’. Il progetto, che ha già portato in città altri due importanti colossi del mondo scientifico – l’ultimo lo scorso 17 novembre il premio Nobel per la Fisica 2017 Barry Barish – continuerà con altri due importanti incontri con altrettanti scienziati di fama mondiale che arriveranno in città nei prossimi mesi.

Jean Pierre Sauvage Classe 1944, Sauvage è un chimico francese noto come lo ‘scienziato delle nanotecnologie’. Nel 2016, insieme a Fraser Stoddart e Bernard Feringa, vince il premio Nobel per la progettazione e la sintesi di macchine molecolari. Attualmente è professore emerito presso l’Università di Strasburgo. Si tratta di uno scienziato prolifico che ha lavorato in diverse aree che includono la riduzione elettrochimica dell’anidride carbonica e i modelli di centri di reazione fotosintetici. Un importante settore al cui sviluppo ha contribuito significativamente è la topologia molecolare. Il 26 marzo 1990 è stato eletto come membro corrispondente dell’Accademia delle scienze francese ed è diventato membro effettivo il 24 novembre 1997.